71
Addio a Manolas e De Rossi, Dzeko ai saluti: è rivoluzione in casa Roma. Petrachi ha confermato che i giallorossi sono al lavoro per colmare le lacune, dalla difesa che vedrà due nuovi centrali in arrivo al centrocampo, ma non potranno mancare ritocchi anche in attacco: non solo il bosniaco in uscita, Defrel non rientra nei piani e traballa anche la posizione di Patrik Schick che nella Capitale non ha mai convinto. Di conseguenza Petrachi è alla ricerca di nuovi profili da affidare a Paulo Fonseca e dopo il grande obiettivo Gonzalo Higuain sul taccuino del ds giallorosso spunta un connazionale del tecnico: Rafael Leao.

'NUOVO MBAPPE' - 20 anni compiuti a giugno, 188 cm d'altezza, prodotto del vivaio Sporting, il portoghese è stato con Pépé una delle più grandi rivelazioni della Cenerentola Lille, secondo alle spalle della corazzata PSG nell'ultima Ligue 1. 8 gol in 24 presenze (di cui 16 da titolare) alla sua prima stagione in Francia, Leao ha conquistato gli elogi della critica e un pesante paragone: i colleghi transalpini lo hanno ribattezzato 'nuovo Mbappé', ricordando la rapida ascesa del campione del mondo, più grande di un solo anno.

ASTA - Parallelo ingombrante a parte, la sua esplosività, la sua rapidità e il suo fiuto del gol non sono passati inosservati e hanno attirato l'interesse di diverse big europee. La Roma segue Leao (già studiato nelle scorse settimane anche da Juventus e Napoli) con un occhio di riguardo, non tanto per il dopo Dzeko, quanto più per rimpiazzare Schick in caso di partenza del ceco ex Samp. L'affondo, tuttavia, non è nei piani immediati del club giallorosso: la priorità va a Higuain, pesa inoltre il costo del cartellino, ora valutato dal Lille intorno ai 40 milioni di euro e destinato a salire vista la lunga lista di pretendenti in giro per l'Europa, in particolare dalla Premier League. Petrachi osserva e tiene aperta la pista, che potrebbe accendersi dopo nuove cessioni: Rafael Leao è l'ultima idea della Roma per l'attacco.