116
Paulo Fonseca lo ha detto senza imbarazzi: “Con Juve e Lazio purtroppo ho poche scelte da fare. Sul mercato mi fido della società, qualcuno arriverà”. Il tecnico, quindi, si aspetta un regalo da Petrachi entro mercoledì, quando dovrà fare pure a meno di Dzeko squalificato oltre ovviamente agli infortunati Zaniolo e Mkhitaryan.
 
POLITANO - Non facile dopo il pasticciaccio Politano-Spinazzola. Proprio l’esterno interista sta pressando in tutti i modi la dirigenza nerazzurra per lasciarlo tornare nella Capitale (nella quale si trova anche oggi, ma per questioni strettamente personali). Ieri, con tanto di like social decisamente ironici. La trattativa, che sembrava sul punto di rinascere e che avrebbe riguardato solo Politano in prestito con diritto di riscatto, però si sarebbe arenata nuovamente a causa delle parole di Petrachi che hanno fatto infuriare Marotta. “L’operazione era chiusa, cosa dovevamo aspettare? La verità che Ausilio e Marotta non si sono parlati”, i passaggi indigesti. 
ALTERNATIVE - Petrachi, quindi, si è buttato sulle alternative. Una di queste non sarà Suso, bocciato da Fonseca a più riprese. Piace Shaqiri ma il Liverpool non lo cede in prestito, mentre per Bernardeschi ci sono oggettivi ostacoli che al momento sembrano insormontabili. La pista più facile da percorrere porta a Januzaj della Real Sociedad. L’agente del belga ha confermato i contatti e la disponibilità del giocatore e in questo caso si può puntare al prestito con diritto di riscatto. Rifiutato Iago Falque, un altro nome che può finire a breve sul taccuino di Petrachi è quello di  Danjuma del Bruges già sotto osservazione nello scorso mercato.