9
Torino-Roma 0-3

Rui Patricio 6
: quando viene chiamato in causa è bravo a farsi trovare pronto, come con la parata su Pobega a inizio secondo tempo. Un intervento decisivo perché il parziale era di 2-0 e la partita si sarebbe potuta riaprire. 

Mancini 6,5: tiene a bada Brekalo nel primo tempo e Pjaca nella ripresa. Dalle sue parti i giocatori del Torino non riescono mai a sfondare. 

Kumbulla 7: gioca al centro della difesa al posto di Smalling, tenuto a riposo in vista della finale di Conference League. Il numero 24 della Roma, di fronte all’allenatore che lo ha lanciato a Verona, è autore di ottima prova e non fa rimpiangere l’inglese. Nel primo tempo va anche vicino al gol ma è bravo Berisha a negarglielo. 

Ibanez 6: dei tre difensori centrali schierati quest’oggi da Mourinho è quello che appare più in difficoltà. E’ soprattutto Belotti a creargli qualche problema quando si sposta nella sua zona di campo. 

Zalewski 6,5: con la sua velocità riesce spesso a mettere in difficoltà il più lento Ansaldi. Anche se non gioca nella sua fascia preferita, quella di sinistra, ma è dirottato sulla destra, la sua prestazione è buona. 

(Dal 13’ s.t. Karsdorp 6: entra bene in partita, prestazione ordinata)

Veretout 6,5: buona la sua prestazione in mezzo al campo. A inizio secondo tempo sfiora anche il gol dopo aver approfittato di un errore di Lukic in fase di impostazione. 

Oliveira 6: cerca in più di un’occasione la via del gol con alcune conclusioni dalla distanza ma gli manca sempre la necessaria prestazione. Buona la sua partita anche se senza particolari squilli. 
(Dal 13’ s.t. Cristante 6: fa subito valere la sua fisicità in mezzo al campo)

Spinazzola 6: è ancora molto lontano dalla migliore condizione fisica (comprensibile dopo un anno di stop) e si vede. Sulla propria fascia, nel primo tempo, appare un po’ in difficoltà e si ritrova spesso a dover rincorrere Aina. Meglio nel secondo tempo. 

(Dal 38’ s.t. Vina: sv)

Pellegrini 7: bravo, nell’azione del primo gol, nell’approfittare del passaggio errato di Brekalo, recuperare palla e servire poi Abraham. Oltre all’assist per l’1-0 anche tante altre buone giocate e il gol del 3-0 che mette la ciliegina sulla sua prestazione. 

(Dal 38’ s.t. El Shaarawy: sv)

Abraham 7,5: se la Roma da questa sera è aritmeticamente qualificata alla prossima Europa League gran parte del merito va dato al numero 9. Prima segna il gol che sblocca la partita, poi si procura e trasforma il rigore del 2-0. 

Shomurodov 5,5: Mourinho lo rilancia dal primo minuti al fianco di Abraham. Il numero 14 giallorosso è però uno di quelli che stasera convincono di meno. Nel secondo tempo accusa anche i crampi e poco dopo viene richiamato in panchina. 

(Dal 31’ s.t. Zaniolo 6,5: entra e si procura il rigore del 3-0)


All. Mourinho 7: la Roma arriva alla partita concentrata nel centrare l’obiettivo qualificazione all’Europa League senza pensare alla finale di mercoledì contro il Feyenoord. Alla fine arriva una vittoria convincente per 3-0.