Commenta per primo
L'attaccante della Roma Adem Ljajic ha parlato a La Gazzetta dello Sport: “Come sono cambiato? Prima ero una testa calda e non mi allenavo al massimo, adesso sono cambiato. Il ruolo? A Firenze ho fatto anche la prima punta ma se dovessi scegliere giocherei alle spalle di un attaccante. Il mio periodo migliore adesso? Anche con Montella negli ultimi sei mesi alla Fiorentina ho fatto bene: feci 10 gol in 6 mesi, adesso invece sono a quota 6 e spero di ripetermi.La Play Station? Quando gioco prendo sempre Jovetic con me. Firenze? Lì ho ancora casa, la città mi è rimasta nel cuore. Non sento spesso Montella ma lui è stato fondamentale per la mia crescita e lui diventerà il miglior allenatore del mondo. Neto alla Roma? Tempo fa abbiamo parlato ma non vi dico perchè. E’ un amico ed un grande portiere, pochi sono forti come lui”.