Commenta per primo

Nemmeno il tempo di godersi la vittoria contro il Genoa che la Roma già pensa alla Champions. Domani sera contro il Basilea (arbitrerà il russo Nikolaev) è l'occasione per bissare il successo casalingo contro il Cluj e raddrizzare così definitivamente la falsa partenza avuta a Monaco con il Bayern. Per gli svizzeri, invece, ancora a zero punti dopo due gare, la gara dell'Olimpico è l'ultima possibilità per rientrare nel discorso-qualificazione. Ranieri dovrà quasi certamente fare a meno ancora di De Rossi e probabilmente di Vucinic (per il montenegrino al massimo è possibile ipotizzare un avvio in panchina). Il tecnico non è intenzionato a modificare l'assetto della squadra: avanti quindi con il 4-4-2 e con gli stessi uomini impiegati contro il Genoa. Al massimo qualcosa potrebbe cambiare nella composizione del reparto arretrato.

Uno tra Burdisso (che sabato ha rimediato tre punti di sutura dopo uno scontro aereo con Toni) e Riise (molto giù fisicamente) potrebbe lasciare il posto a Mexes o Castellini, del quale il tecnico ha molto apprezzato l'approccio avuto nell'ultimo quarto d'ora giocato sabato. Menez appare recuperato. Pizarro e Perrotta, pur non al top, saranno della gara.

(Il Messaggero)