Commenta per primo
"L'empatia con i calciatori è fondamentale. Siamo in un periodo in cui tutti cercano di trovare la ricetta perfetta, alcuni pensano che il segreto sia l'innovazione tattica o fare qualcosa di nuovo negli allenamenti, ma senza empatia non c'è felicità, soprattutto quando non si hanno giocatori incredibili. Il rapporto umano è, e sarà sempre, fondamentale. Io oggi mi sento più umano e meno egoista, invecchiando do più importanza la processo effettuato". Sono queste le parole di José Mourinho, che in Portogallo ha tenuto una lezione intitolata "Costruire una vera organizzazione collettiva per una coppa europea", con i giornalisti di Tribuna Expresso. 

MODULI - Il tecnico giallorosso ha anche parlato dei moduli usati in stagione: "Quando sei in un club che non ha limiti di budget, puoi mantenere uno stesso schema perché hai i migliori giocatori e la migliore panchina. Se non sei in un club così, devi adattarti ogni giorno. Nel nostro caso, quando un giorno si cambiano quattro o cinque giocatori fondamentali, cambia tutto".