10
Mourinho è schietto, sempre. Anche ieri dopo la folle corsa e la vittoria col Sassuolo ha spiegato così l'ingresso di Reynolds: “Karsdorp era ‘morto’, aveva i crampi, Boga e Traore lo stavano ammazzando perché non reagiva più per la stanchezza. Ho messo Reynolds perché era l’unico terzino, se ci fosse stato Ibanez in panchina avrei messo lui ma non c’era. E’ questa la differenza tra noi e gli altri, vedi i giocatori che ha messo Inzaghi, di qualità ed esperienza che possono portare qualcosa negli ultimi 20-30 minuti. Per noi è diverso, però in alcune posizioni abbiamo giocatori importanti come Perez, El Shaarawy e Shomurodov. .  Queste cose devono imparare i giovani, ma le 4-5 top hanno queste alternative in più. L’Inter ha Darmian e Dumfries, la Juve Danilo e de Ligt, questi ragazzi devono crescere poco a poco. Ma anche questo è bello”.