Sarà un Roma-Napoli ad alta tensione, e non solamente per la posta in palio sul campo. Uno dei big match dell'ottava giornata, tra i giallorossi lanciatissimi e i partenopei ancora a punteggio pieno, avrà il solito contorno di preoccupazione dal punto di vista dell'ordine pubblico. Le forze dell'ordine hanno valutato a lungo se anticipare o meno la sfida, prevista per sabato 14 alle ore 20.45. Lo spostamento alle 18.00 - o addirittura alle 15.00 - non c'è stato e l'allerta, nei dintorni dello stadio Olimpico, sarà massima. Perché il fatto che la trasferta sia vietata ai residenti in Campania non basterà a ridurre i contatti tra le due tifoserie.

VIGILIA BLINDATA - I controlli dei biglietti per il settore ospiti inizieranno già dall'autostrada: sono ben quattromila i tagliandi riservati ai tifosi napoletani provenienti da altre regioni, oltre che dal Lazio naturalmente. Le zone di Gaeta, Terracina e Formia sono da sempre un feudo partenopeo e i controlli scatteranno già dai caselli autostradali di Roma sud e Roma est. Una misura che potrebbe essere estesa anche alle consolari come Appia e Pontina. Per mantenere il rispetto del divieto di ingresso allo stadio, sono stati allertati più di un migliaio di agenti tra poliziotti, carabinieri, finanzieri e vigili urbani. Le bonifiche nei pressi dell'Olimpico scatteranno già dal pomeriggio di venerdì e proseguiranno nella giornata di sabato.

NIENTE RADUNI - L'astio tra le due tifoserie ha origini lontane ed è stato accentuato dall'omicidio di Ciro Esposito, ucciso a colpi di pistola da Daniele De Santis il 3 maggio del 2014, alla vigilia della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, all'Olimpico. La zona di Tor di Quinto è ora recintata e tenuta sotto controllo, l'area sarà a dir poco blindata al passaggio dei tifosi del Napoli. Sono assolutamente vietati raduni o assembramenti per ricordare il povero Ciro. Previsto anche un piano di sicurezza per l'arrivo allo stadio: via Flaminia e via Salaria sono state inserite nella "lista calda", percorsi riservati ai sostenitori partenopei saranno anche approntati negli immediati dintorni dell'impianto e nei parcheggi di viale della XVII Olimpiade. Il timore principale è quello degli agguati, le forze dell'ordine dovranno tenere gli occhi aperti nel buio della Città eterna. Questo Roma-Napoli pesa tanto, non solo sul campo.