16
Il big match dell'Olimpico deciderà le sorti di Roma e Napoli in chiave Champions. I giallorossi, a 5 punti dagli uomini di Sarri, devono ottenere i tre punti per continuare a sperare nel secondo posto, agli azzurri invece basterebbe anche un pari per blindare l'accesso diretto alla massima competizione europea. Noi di calciomercato.com abbiamo lasciato la parola ai nostri inviati di Roma e Napoli, rispettivamente Francesca Schito e Giovanni Scotto

LA CONDIZIONE DELLA SQUADRA 

F: Dopo l'arrivo strepitoso di Spalletti e la conquista del terzo posto, la Roma ha un pochino arrancato pareggiando con Bologna, Atalanta e vincendo con il Torino grazie alla prova soprannaturale di Francesco Totti. Non arriva quindi al top della forma, ma quella contro il Napoli sarà una partita che metterà particolarmente alla prova i nervi dei giallorossi. 

G: Non benissimo il Napoli in trasferta. Dopo la sconfitta a febbraio contro la Juve gli azzurri hanno vinto solo una volta. A Palermo e soltanto grazie a un rigore. Pesano le sconfitte a Udine e a Milano, eppure in casa la squadra di Sarri vola. Bisogna trovare un equilibrio.

LA SFIDA TRA I DUE TECNICI

F: Spalletti dovrà essere bravo a riprendere il comando dei suoi che sono leggermente in flessione. Non si è visto nelle ultime apparizioni il gioco spettacolare mostrato in precedenza. Il tecnico di Certaldo sa che contro Sarri si gioca una fetta importante della prossima stagione: dalla programmazione estiva al prossimo mercato, passa tutto per l'ingresso diretto in Champions o meno. 

G: All'Olimpico la sfida tra i due “toscanacci” che hanno molti tratti in comune. Non a caso De Laurentiis aveva pensato all'allenatore della Roma come erede di Benitez. Ora è corsa all'Europa che conta, ma c’è soltanto un posto per accedere subito ai gironi.

IL DUELLO 

F: Un duello interessante potrebbe essere quello tra Pjanic e Hamsik. Negli ultimi due precedenti all'Olimpico il bosniaco ha realizzato tre reti (una davanti agli occhi di Maradona presente in tribuna). Quest'anno invece lo slovacco ha visto meno la porta rispetto alle passate stagioni, ma dall'ispirazione dei due potrebbero dipendere gli esiti offensivi delle due squadre. 

G: Mi piace molto immaginare il duello Totti-Higuain. Non so se giocherà o meno il capitano, ma è una bella sfida. Due campioni e due calciatori che si somigliano secondo me, almeno dal punto di vista caratteriale. Solo che a Totti gli permettono tutto, a Higuain no...

LO SPAURACCHIO

F: Il nemico pubblico numero uno non può che essere Gonzalo Higuain. Diciamo che alle volte il pianto paga... Soprattutto davanti alla Corte Federale. 

G: Qui a Napoli temiamo in particolare la forte difesa della Roma. Vedo Manolas in forma, tecnicamente ha la forza di fermare Higuain. Ma c'è anche El Shaarawy, che con la sua velocità di piede e di "testa" può mettere in difficoltà la difesa del Napoli. I miei colleghi e amici di Roma mi hanno chiamato in questi giorni parlando di una Roma in difficoltà. Non ho visto la partita col Torino, ma onestamente non ci credo. Meglio non fidarsi.

LA SORPRESA 

F: Dzeko. Se dovesse entrare e segnare stupirebbe e non poco la tifoseria romanista che ormai sembra aver scaricato l'ex City. Non un anno facile per il numero 9 arrivato nella capitale come salvatore della patria, forse solo un gol decisivo contro i partenopei gli permetterebbe di salvare una stagione al momento disastrosa. 

G: Se giocherà, come penso, Mertens titolare può essere una bella sorpresa per i tifosi del Napoli. In realtà sarebbe una conferma dopo la super tripletta al Bologna, ma questo giocatore sembrava finito un po' fuori dai giochi che contano, e invece si candida a essere assoluto protagonista in queste ultime giornate.

IL PUNTO DEBOLE 

F: Il pacchetto difensivo. Nelle ultime due o tre giornate Manolas sta attraversando il suo momento più nero con la maglia giallorossa. Se dovesse mancare il suo apporto, per gli uomini di Spalletti saranno guai. 

G: Come dicevo il Napoli in trasferta sta deludendo. Male la difesa, soprattutto Koulibaly che lontano dal San Paolo sbaglia molto. Anche per questo Sarri ha fatto lavorare molto la squadra da questo punto di vista proprio in questi giorni.

LA PROBABILE FORMAZIONE

F: Immagino che Spalletti punterà sul tridente leggero: Szczesny in porta, linea difensiva composta da Florenzi, Rudiger, Manolas, Digne, centrocampo con Nainggolan, Keita e Pjanic, attacco con El Shaarawy, Perotti, Salah. 

G: Nessuna sorpresa, la classica col ritorno di Higuain in attacco e Mertens probabile titolare. La elenco: Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan, Jorginho, Hamsik, Callejon, Higuain, Mertens. Il modulo è il consueto 4-3-3.
 
L'ULTIMO PRECEDENTE 

F: Lo 0-0 al San Paolo dello scorso dicembre ha posticipato l'esonero di Garcia, quindi non ha fatto certo del bene alla Roma. Una squadra impostata per cercare di salvare il salvabile. Con Spalletti di certo i giallorossi se la giocheranno a viso aperto. 

G: All'andata voi della Roma siete venuti al San Paolo terrorizzati. La partita invece finì 0-0 e Garcia fece una bella partita difensiva. Stavolta sarà diverso, Spalletti deve vincere, sono sicuro che ci saranno almeno un paio di gol.

IL PRONOSTICO 

F: Una partita indubbiamente complicata. Un pareggio mi sembra uno scenario possibile, ma il calcio è strano... 

G: Come dicevo, ci saranno molte reti e al Napoli un pari va bene. Per me il pronostico è 2-2 e Napoli secondo. Per quanto riguarda voi... vincerete l'anno prossimo (come sempre)... scherzo... e fate la cosa giusta. Tenete Totti in squadra. Mandarlo via nell'ultimo anno di carriera è una vergogna.