Commenta per primo

 

 Un’immagine, più delle altre, descrive la catastrofe della Roma. Non lo sguardo immobile dei dirigenti, o l’atteggiamento indifferente di De Rossi e Kjaer reclusi in tribuna. Non le due espulsioni di nervi, che camminano sulle tracce del crollo di Firenze a dicembre. (...) L’attimo che racconta davvero il disastro è l’ammonizione di Gago, che era diffidato e salterà il derby. Gago ha provato a stendere Marilungo e non ci è riuscito; l’avversario ha fatto partire il contropiede e la Roma ha beccato il 2-0. Il giocatore credeva di averla passata liscia. Invece Damato, l’arbitro che già lo aveva espulso contro la Fiorentina, gli ha sventolato sotto il naso il cartellino giallo (...)

I NUMERI - E se fino a sabato tutti (eccetto Luis Enrique) parlavano di rincorsa alla Champions League, adesso la Roma si è di nuovo asserragliata nel tugurio dei suoi dubbi. Non merita neanche l’Euro B questa squadra così nevrotica nelle prestazioni, al di là della classifica che già è una condanna. Con l’autodistruzione di Bergamo siamo a undici sconfitte stagionali, di cui nove in campionato. Trentuno gol incassati, con una fase difensiva tragicomica e il povero Stekelenburg crivellato di colpi. Un solo punto in trasferta nel 2012, strappato a Catania (...)

IL RIENTRO -  Se ne sono resi conto anche i giocatori, che nel viaggio di ritorno erano silenziosi e spenti. (...) No, non è stato un rientro allegro. Tranne che per Fabio Borini: in un solo giorno ha celebrato il primo posto nella classifica dei marcatori stagionali della Roma (otto reti) e la prima convocazione in Nazionale (...) E meno male che la contestazione, temuta dagli uomini della sicurezza della società, a Fiumicino non c’è stata. Sarebbe stata la conclusione peggiore di una domenica agghiacciante.

L’ARBITRO -  Alla frustrazione dettata dall’autocritica, però, la Roma aggiunge un certo risentimento nei confronti di Damato, che tra le partite di Firenze e Bergamo ha buttato fuori cinque giocatori. (...) Sull’argomento si è espresso Rodrigo Taddei, per la seconda volta capitano dopo lo spezzone di Catania. «Non vorrei cercare giustificazioni - ha detto a Roma Channel -  ma è strano che anche in questo caso arbitrasse Damato. Sarà una coincidenza ma ci sono state altre due espulsioni. Già non è facile giocare in trasferta. In dieci o in nove poi diventa difficilissimo. A parte questo, però, abbiamo sbagliato tanto noi ed è giusto ammetterlo».