35
In Spagna lo danno già per affare fatto. Non è proprio così, ma a piccoli passi Pau Lopez si sta avvicinando sempre di più alla porta della Roma. Il portiere del Betis Siviglia è stato indicato da Fonseca e ha superato nelle ultime settimane la concorrenza di Perin (dubbi sulle condizioni fisiche) e Lopes del Lione. A favorire il pressing su Petrachi su Pau Lopez anche la possibilità di trattare col Betis altri due affari: la percentuale sulla rivendita di Sanabria e l’acquisto del difensore Bartra. La prima trattativa entrerebbe di fatto nell’affare Lopez. Il portiere è valutato 20 milioni, la Roma è arrivata a 15-16 più la concessione di parte della percentuale della rivendita dell’attaccante. Le due parti sono molto vicine mentre il portiere ha già detto sì a un contratto da circa 2 milioni a stagione. Nelle prossime ore verranno intensificati i contatti, ma nulla è escluso soprattutto se il Cagliari dovesse riaprire uno spiraglio per Cragno magari in uno scambio con Defrel (più 10 milioni) visto che l’attaccante piace a Maran ed è già stato inserito nella trattativa per Barella. 
CHI E’ - Venticinque anni, nato a Girona. Lopez è  nel giro della nazionale e con i suoi 189 centimetri e le lunghe braccia è molto bravo sulle uscite alte, anche se preferisce usare spesso i pugni piuttosto che bloccare il pallone. La caratteristica che più di altre ha stupito Fonseca è la bravura coi piedi che gli permette di far ripartire l'azione dal basso giocando velocemente il pallone. Ha cominciato nelle giovanili dell'Espanyol fino al 2016, quando è stato mandato in prestito al Tottenham per poi tornare nella stagione 2017-2018 all'Espanyol. Nel 2018 è stato venduto al Betis con cui ha giocato 33 presenze in campionato, tutte di buon livello.