Lukasz Skorupski, uno dei principali candidati a raccogliere il testimone di Mattia Perin al Genoa, è sempre più lontano dalla Roma.

Intervistato da un portale web del suo paese, il portiere polacco ha esternato tutta la propria delusione per l'annata trascorsa in panchina alla corte di Eusebio Di Francesco: "Ho ambizioni diverse - ha ammesso il 27enne a Sportowefakty.wp.pl - A Roma sono stato una seconda scelta, il primo è Alisson, uno dei più forti al mondo. Vedremo cosa succederà, ma ripeto: io devo giocare”.

La voglia di campo dell'ex estremo difensore dell'Empoli è talmente grande da fargli rinunciare anche ad una maglia importante come quella giallorossa, con la quale ha la possibilità di calcare i principale palcoscenici europei. Alla finestra resta il Genoa, sempre più convinto a puntare sull'affidabilità e l'esperienza di un portiere maturo ma con ancora tanti anni di carriera davanti a sé: “A fine anno parlerò con i dirigenti e il mio agente - ha proseguito Skorupski - e dirò che voglio giocare regolarmente, indipendentemente da dove mi trovo. Monchi lo sa, ci confrontiamo sempre, mi dice che Alisson non può uscire, che è forte, lo capisco, è vero, ma non posso accettarlo”.