66
Leonardo Spinazzola si racconta tra campo e infortuni. Il terzino sinistro della Roma e della Nazionale ha dichiarato in un'intervista al Corriere della Sera: "Peggio il ginocchio, il legamento crociato ti fa male anche dopo. Dicono invece che il tendine di Achille, una volta guarito, addirittura si rafforzi". 

"Ho tutto, sono felice. Anche io passo i miei momenti tristi, ma poi guardo avanti e non mi piango addosso. Ci sono arrivato con le batoste. Un giorno, però, ho detto a mia moglie Miriam: se mi lamento ancora per qualcosa che riguarda il calcio, dammi uno schiaffo. Non ne ho presi da allora. Quel giorno era quando l'Inter si rifiutò di tesserarmi adducendo problemi fisici? C'è un’altra domanda? Non tutti i mali vengono per nuocere". 

"Mourinho mi ha telefonato prima di Italia-Turchia e mi ha detto: te la fai sotto o sei forte? Hai paura o sei pronto? E io: sono prontissimo, mister, e non vedo l'ora di incominciare. Mi sono fatto una mia tabella di recupero perché devo tenere la testa sempre sul pezzo. Mi aiuta. Sentirò cosa dice il mio corpo, ma è chiaro che darò retta ai medici".