18
L’errore madornale contro il Real Madrid che è costato il primo posto nel girone di Champions potrebbe essere una delle ultime cartoline del viaggio di Cengiz Under alla Roma. Non è un segreto, infatti, che il turco interessi a molti club europei pronti a investire una bella somma per aggiudicarselo. Monchi vorrebbe rinviare i discorsi a giugno ma se a Trigoria dovesse arrivare l’offerta giusta (come d’altronde è già accaduto per altri giocatori) l’affare potrebbe chiudersi già a gennaio. Il ds spagnolo ha pure smentito la possibilità immediata che Under possa rinnovare ed adeguare il contratto da “appena” 800 mila euro fisse più bonus. 

PRESSING SARRI - Anche perché Sarri non ha alcuna intenzione di aspettare l’estate per rinforzare il reparto offensivo del Chelsea che in futuro potrebbe perdere Hazard. Under è nella sua lista, subito dietro a Pulisic del Dortmund. Quest’ultimo costa almeno 50 milioni mentre per il turco romanista potrebbero bastarne dieci in meno magari con l’inserimento di Christensen. Comunque una bella plusvalenza per la Roma visto che Cengiz è costato 13,4 di corrispettivo fisso nell’estate del 2017. 


NON SOLO CHELSEA - Alla finestra per Under c’è da tempo il Bayern Monaco a caccia di un vice Robben e ingolosito dall’impatto marketing che Cengiz avrebbe sulla folta comunità turca in Germania. In Premier, invece, lo vuole pure l’Arsenal che fin qui non ha mosso passi concreti ma che continua a monitorare l’attaccante ritenuto perfetto per il gioco di Emery. Mercato estero quindi mentre in serie A non sembra interessare. 

RENDIMENTO NON AL TOP - Ma Under quanto vale? L’esplosione nella scorsa stagione del turco aveva già attirato l’interesse di alcuni club (vedi Manchester City) ma Monchi ha sempre risposto “No, grazie”. Anche perché convinto che Cencio potesse fare ancora meglio quest’anno e quindi far lievitare ancora di più il prezzo del cartellino. In realtà Under, così come la maggior parte dei suoi compagni, non sta avendo affatto un rendimento da top player. Appena 1 gol in 11 partite di campionato (col Frosinone) dove aveva iniziato benino salvo poi naufragare col resto della squadra. Meglio in Champions dove ha segnato due gol, anche se pesa tantissimo il clamoroso non gol col Real