36
Diciasette, al massimo diciotto. Fonseca può contare su una rosa mini in vista delle due prossime sfide a Borussia Monchengladbach e Milan che si giocheranno all’Olimpico tra giovedì e domenica. L’epidemia infortuni che si è abbattuta su Trigoria nelle ultime settimane terrà ai box: Pellegrini, Cristante, Kalinic, Zappacosta, Mkhitaryan, Diawara e probabilmente pure Under che potrà andare al massimo in panchina col Milan. A questi, almeno in campionato, si aggiunge pure lo squalificato Kluivert. 

CAMBIO MODULO - Poca possibilità di turn over quindi, fatta eccezione per la difesa dove restano (per ora) quattro i centrali a disposizione. A centrocampo, di ruolo, è rimasto il solo Veretout mentre Pastore difficilmente potrà reggere tre gare di fila. Per questo Fonseca sta pensando a modificare il modulo di partenza (4-2-3-1) per adottare un più snello 4-3-3 o al già provato (con scarso successo) 3-5-2.  In Europa League giovedì sera contro il Borussia il tecnico dovrebbe concedere un turno di stop a Kolarov e Smalling sostituiti da Santon e Fazio. A centrocampo possibile ancora l’affiancamento di Pastore a Veretout con il trio Kluivert-Zaniolo-Florenzi alle spalle di Dzeko. Attenzione però alle condizioni del bosniaco che gioca ancora in maschera per la doppia frattura allo zigomo. Per questo Fonseca potrebbe farlo entrare solo nella ripresa con Perotti come falso nove in avanti. Dalle risposte che arriveranno Fonseca valuterà se cambiare modulo col Milan oppure no. Coi rossoneri ci sarà sicuramente Dzeko dal 1’, ma mancherà lo squalificato Kluivert che sarà sostituito proprio da Perotti. In caso di 4-3-3 Veretout si ritroverebbe ai lati da mezz’ala sia Florenzi sia Zaniolo col trio d’attacco formato da Perotti, Dzeko e Antonucci. L’alternativa è avanzare Spinazzola con Santon (che è stato provato pure da mediano) basso a destra. Insomma soluzioni di estrema emergenza. Ovviamente escludendo nuovi infortuni da qui a domenica alle 18…