22
Finalmente è in arrivo. La Roma ha dovuto aspettare più del previsto, ma è riuscita a definire l'ingaggio di Matias ​Viña dopo giorni in cui, quando tutto sembrava definito, erano sorti dei piccoli ostacoli a bloccare la chiusura della trattativa. José Mourinho avrà così l'esterno sinistro che ha tanto chiesto dopo l'infortunio di Leonardo Spinazzola e potrà iniziare a lavorare con lui già dai prossimi giorni, durante la seconda parte del ritiro prestagionale.

IL PROGRAMMA - Resta da capire quando l'uruguaiano potrà aggregarsi ai nuovi compagni di squadra, visto il volo intercontinentale che nelle prossime ore lo porterà nella Capitale, e le norme anti Covid-19 da rispettare. Probabile che il classe '97 non parta subito per il Portogallo, ma raggiunga la Roma solo in un secondo momento. Ci sarà però tutto il tempo per permettergli di apprendere gli insegnamenti tattici dello Special One, che aveva indicato lui come l'obiettivo numero uno per la fascia sinistra.

OSTACOLI SUPERATI - A rallentare l'affare, negli ultimi giorni, erano state delle richieste del Palmeiras su modalità e tempi del pagamento. Dettagli burocratici che la Roma ha superato anche e soprattutto grazie alla volontà del giocatore, che ha spinto per trasferirsi in giallorosso. Tutto risolto, con il club brasiliano che incasserà 10 milioni di euro più tre di bonus e ​Viña che guadagnerà 1.5 milioni a stagione. Ora la sua estate italiana è pronta a iniziare davvero.