62
Sorride a metà la Roma, che conquista la qualificazione ai sedicesimi di Europa League ma deve accontentarsi del secondo posto. All'Olimpico, infatti, termina 2-2 con il Wolfsberger, club austriaco già eliminato. Succede (quasi) tutto nei primi minuti: al 5' calcio di rigore per un fallo del portiere Kofler su Dzeko. Sul dischetto va Perotti, che non sbaglia e porta avanti i giallorossi. Dopo nemmeno quattro minuti, gli ospiti trovano il pari: cross dalla sinistra di Schmitz, Florenzi tocca e firma uno sfortunato autogol. La Roma alza i ritmi e al 19' torna avanti con Dzeko, bravo a firmare il tap-in sotto porta. Gli uomini di Fonseca controllano il vantaggio fino al duplice fischio del 45'.

Nella ripresa gli ospiti sfiorano subito il pareggio: Weissman colpisce di testa, ma trova il palo. Gli austriaci, senza l'assillo della qualificazione, giocano spensierati e al 59' sfiorano il 2-2 con Niangbo, che trova l'ottima risposta di Mirante. Proprio il portiere della Roma è costretto poco dopo ad abbandonare il campo per un infortunio. Al suo posto entra Pau Lopez, che al 63' deve  arrendersi alla rete di Weissman, bravo ad anticipare Fazio e segnare in tuffo. Fonseca inserisce Zaniolo e Pellegrini, ma la Roma non trova il gol. Al 92' Dzeko sfiora il vantaggio con un colpo di testa sul quale Kofler è bravissimo in tuffo e deviare in angolo. Il pareggio, ad ogni modo, fa sorridere i giallorossi, secondi nel girone e con il pass per i sedicesimi in tasca.  

A FINE PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO DI ENRICO MAIDA PER 100ESIMO MINUTO.