5
Una storia, quella di Francesco Totti, che si è arricchita di un ulteriore capitolo. Quello di ieri sera è stato un finale da favola, come le storie che si raccontano ai bambini prima di andare a dormire per fargli sognare castelli incantati, principesse da salvare e cavalieri valorosi. E lui, Francesco Totti, alla bellezza di 39 anni e passa, è salito in sella del suo cavallo bianco, ha sconfitto il drago e ha salvato la sua Roma da un finale di stagione che poteva tramutarsi in un incubo. L'abbraccio di un Olimpico commosso e strabordante d'amore per il suo immenso ed eterno eroe ha fatto il resto. 
La consapevolezza che questa favola è ormai prossima all'epilogo ha poi lasciato quell'amaro in bocca che sa di consapevolezza: un altro così a Roma probabilmente non lo vedremo mai, con buona pace di Di Rossi e di tutti i romani e romanisti che vestiranno la maglia giallorossa negli anni a venire. Le pagine scritte da Francesco Totti rimarranno indelebili nel cuore dei tifosi romanisti e seppure questa separazione sembrerà fuori dal Raccordo Anulare un'esagerazione, bè anche questo è Roma. L'amore folle, intenso e incancellabile per un uomo che è stato bandiera e idolo, ma anche fratello, amico e amante. Un uomo che ha rappresentato la sua gente e che ha incantato gli appassionati di questo sport. Probabilmente da tanti è stato incompreso, da molti strumentalizzato, ma l'amore puro nei suoi confronti da parte di chi quel numero dieci lo porterà tatuato sul cuore non potrà mai essere contaminato. Alla luce dei 23 anni passati a permetterci di sognare le parole non bastano, ma una cosa da dire c'è: Grazie Capitano.