6
L'acquisto di Radja Nainggolan fa capire come la Roma sia ancora viva. Nonostante le difficoltà imposte dal fairplay finanziario, il d.s. Sabatini si sta impegnando a trasformare "le sfighe in sfide". Prendete ad esempio il trittico delle delusioni: Gervinho, Doumbia e Destro. Dalla cessione di questi tre attaccanti la Roma ricaverebbe circa 45 milioni di euro. Una cifra esorbitante da reinvestire totalmente su un attaccante. Finalmente a Trigoria sembrano aver capito la lezione: va bene puntare sui giovani, ma senza sprecare risorse importanti utili al rafforzamento della prima squadra. I nomi che girano sono tutti molto interessanti: Bacca, Lukaku, Dzeko. La dirigenza in armonia con Rudi Garcia dovrà essere brava a pescare il giocatore che unisca le proprie qualità alle caratteristiche del gioco di squadra.

Un'altra situazione particolare riguarda la ricerca di un terzino. A sinistra è un fuggi fuggi. Oltre a Cole e Balzaretti, sembra essere sul piede di partenza anche Holebas. Il greco richiesto dal Watford potrebbe portare a Trigoria una plusvalenza di quattro milioni, utili a diminuire lo sforzo economico per arrivare a Kurzawa o Digne, richiesti espressamente dal tecnico francese. Insomma, la Roma ha la ghiotta possibilità di ricostruire una nuova squadra partendo dai clamorosi errori effettuati in passato. Questa volta però non si potrà sbagliare.