Non c’è solo Carlos Tevez in vetrina nel Boca Juniors campeon d’Argentina. Perché accanto al grande campione c’è il nuovo che avanza, talento e istinto, gol e qualità: Jonathan Calleri, mestiere attaccante, classe 1993. Un prospetto vero perché capace di giocare da prima e seconda punta, vedere la porta e aiutare i compagni, un attaccante duttile e intelligente che non ha avuto paura della concorrenza di Pablo Osvaldo prima e Tevez poi. Li ha accompagnati ritagliandosi sempre un posto. E adesso è al centro del mercato internazionale.

L’INTER GRADISCE - Seguito per mesi in Argentina dall’Inter, Calleri è stato osservato anche nelle scorse settimane dal capo scouting nerazzurro Massimo Mirabelli. Un profilo gradito, apprezzato, per cui ci sono stati anche i primi contatti senza che rientrasse Rodrigo Palacio nel discorso. Un interessamento, telefonate e chiacchierate informative per capire di più su un ragazzo molto intrigante. Un profilo giovane ma pronto, identikit giusto. Ma non si è approfondito in una vera e propria trattativa anche perché c’è una grande manovra del Chelsea pronta su Calleri. 

MOSSA CHELSEA - Proprio i Blues infatti hanno messo le mani su Calleri. In questo caso c’è una trattativa in piedi: emissari della società hanno intrapreso un discorso concreto con il Boca Juniors per una cifra vicina ai 14 milioni di euro, pronto l’acquisto a gennaio con conseguente prestito a un altro club inglese. Questo il piano del Chelsea che si è messo in contatto anche con il giocatore, operazione molto avviata e Inter quindi decisamente defilata, pur intrigata dalle qualità di Calleri. Un discorso ancora da definire. Ma con l’argentino sempre più verso l’Inghilterra.

Fabrizio Romano