40

Parametri zero. Due parole, un incubo per chi ha vissuto da vicino il mercato del Milan negli ultimi anni fatti troppo spesso di idee fantasiose ma poco produttive, per via di un portafoglio vuoto. Eppure se adesso i milioni da spendere ci sono, non bisogna dimenticarsi che qualche affare gratis può sempre essere prezioso, chiaramente senza esagerare. Menez è stato l'ultimo dei colpi intelligenti, seppur altalenante ma in ogni caso più che comprensibile a costo zero. E il prossimo? Occhio, perché il Milan si è mosso seriamente nella direzione di Luiz Adriano. Perché da quando l'attaccante brasiliano dello Shakhtar ha rifiutato l'offerta dell'Al Ahli è tornato in gioco il suo futuro. E adesso la tentazione si fa più che forte. 

L'OFFERTA DEL MILAN - Il contratto di Luiz Adriano a Donetsk scadrà a fine del prossimo dicembre. Ovvero, libero di firmare già adesso con un altro club così da accasarsi dal primo gennaio 2016. Per questo ha mosso i suoi passi più di una società di Premier League, ma soprattutto il Milan. A Galliani è sempre piaciuto questo attaccante di sostanza, corsa, generosità e gol. Spesso grezzo, sì; Luiz Adriano però vede la porta come pochi e a zero euro può rivelarsi un affare vero. Da qui, la proposta rossonera che è già sul tavolo degli agenti di Luiz Adriano: tre o quattro anni di contratto ancora da definire per uno stipendio che si aggira attorno ai 3 milioni di euro, poco meno dei 4 che il brasiliano percepisce in Ucraina, considerando però che ha ormai 28 anni e che spalmerebbe il nuovo ingaggio su un nuovo contratto. Questa la prima idea del Milan proposta all'entourage del giocatore, aspettando di sedersi nuovamente a un tavolo, ma con contatti quotidiani. 

OSTACOLO E RILANCIO - Al di là di un'intesa economica che andrebbe comunque rifinita, un ostacolo all'operazione riguarda questa finestra di mercato. Perché lo Shakhtar conta ancora di incassare qualcosa come 7/8 milioni da Luiz Adriano e vorrebbe venderlo subito, tanto da averlo proposto a diverse società; in più, il giocatore non ha ancora dato la sua parola a nessun club per gennaio perché vuole guardarsi attorno in merito alle offerte che deciderà da subito. Per questo, se un'altra società decidesse di fare un'offerta per prendere immediatamente il brasiliano, allora le proposte per gennaio passerebbero in secondo piano. In quel caso, il Milan ha già un patto con gli agenti di Luiz: se qualcuno farà una proposta per subito, il club rossonero sarà avvertito e potrà decidere se rilanciare o meno. In quel caso non sarebbe più parametro zero. Per la gioia di chi ne ha l'incubo, aspettando il futuro di Luiz Adriano. 

Fabrizio Romano