40
Massimo Cellino ha sempre faticato a privarsi dei suoi giocatori preferiti. "No, niente da fare", quando la Roma offriva 12 milioni per l'intero cartellino di Radja Nainggolan - storia del gennaio 2014 - l'allora presidente del Cagliari continuava a rifiutare le proposte di Walter Sabatini. Finché il ds Marroccu non gli portò sul tavolo quella giusta: 9 milioni per la comproprietà, un modo di venderlo senza distaccarsi interamente da quel centrocampista che l'aveva fatto innamorare. E oggi, di quell'operazione ringrazia ancora il Cagliari; perché la seconda metà del cartellino di Nainggolan sarà giallorossa, sì. Ma dopo una trattativa estenuante, decine e decine di incontri, con una cifra importantissima sul piatto.
 
RADJA-ROMA, I DETTAGLI -
Sabatini ha trattato prima con Marroccu, poi con Capozucca, nuovo direttore sportivo del Cagliari. E tra mille ipotesi tra cui l'inserimento di Edkal per la Roma o di alcuni giovani per la società del presidente Giulini, alla fine la soluzione è arrivata nella tarda serata di ieri. I dettagli sono un labirinto in cui ci addentriamo: Nainggolan passa interamente alla Roma per 10 milioni di euro di base, più 4 milioni di bonus legati alle prestazioni esclusivamente del giocatore. In più, la Roma rinnoverà il prestito di Ibarbo per 5 milioni di prestito pagati adesso e altri 5 milioni di diritto di riscatto, cui si aggiungerebbero ulteriori 2 milioni di bonus legati a presenze e gol del colombiano. A chiudere quest'affare incrociato e complesso, ancora altri 2 milioni di euro legati alle qualificazioni della Roma in Champions League nei prossimi anni. Non sarà riscattato invece Astori, che torna al Cagliari pronto a venderlo all'estero.
 
TRA JUVE, MILAN E INTER - Ma c'è stato seriamente qualche club che ha provato a informarsi della possibilità di prendere Nainggolan da subito, giocando sui problemi di valutazione tra Roma e Cagliari. Non solo la Juventus, con Max Allegri che lo ha messo al primo posto tra i suoi desideri, senza però abbastanza margine di manovra per un affare difficile. Anche Inter e Milan - in momenti diversi ma negli ultimi giorni - hanno contattato l'agente di Radja per sondare il terreno, vista l'asta di Kondogbia che avrebbe previsto poi un possibile investimento su Nainggolan nel caso in cui venisse perso. L'Inter aveva pronta la carta Crisetig ma ha preso il francese; il Milan invece ha mosso passi concreti ed era pronto ad offrire 20 milioni da subito, ma ha scelto di non intervenire nella delicatissima trattativa tra Roma e Cagliari proprio in queste ore in cui i due club stavano definendo. Nainggolan quindi sarà tutto giallorosso, tanti soldi e un'operazione arzigogolata. Ma che fa felice Rudi Garcia come tutto il popolo della Roma oltre che far gongolare le casse del Cagliari, tanti milioni in dirittura d'arrivo. Chissà cosa ne pensa Cellino...