Commenta per primo

Studia e scopre la sua nuova squadra, Delio Rossi. Poi, ma non prima della fine del mese, inizierà a parlare del futuro. Delle mosse da ’consigliare’ alla società in vista del mercato di gennaio ma anche di quello che si dovrà fare alla fine della stagione.
Il cambio di passo, con l’esonero di Mihajlovic e l’arrivo del nuovo allenatore, avrà infatti ripercussioni importanti anche sulle prossime mosse relative alla campagna acquisti-cessioni.

Delio Rossi vorrà plasmare una squadra il più adatta possibile alle sue esigenze e dopo il lavoro di studio sui giocatori attualmente in rosa, è evidente che avvierà le grandi manovre relative al futuro. Quando il primo incontro in chiave mercato con Della Valle, Cognigni e Corvino? L’ipotesi più probabile è che la prima riunione in chiave mercato avvenga subito dopo la trasferta dei viola a Palermo (domenica 27), anche perchè il mese di dicembre (il mercato d’inverno aprirà i primi giorni di gennaio) è solitamente il più adatto a gettare le basi per affari da chiudere non appena si potranno mettere le firme sui nuovi contratti.

Ma oltre ai possibili candidati a indossare una maglia nella nuova Fiorentina, le prime indicazioni che Rossi dovrà fornire alla società saranno quelle relative alle eventuali cessioni. I casi rimasti in sospeso con la fine dell’era Mihajlovic sono tanti e non va dimenticato che subito dopo il ko con il Chievo, prima ancora che contro Sinisa, i dirigenti gigliati avevano puntato il dito su un pacchetto di giocatori apparsi 'non sufficientemente determinanti'. Tornando alle scelte di Rossi, prezioso sarà il giudizio che il tecnico darà su elementi come Montolivo e Vargas, entrambi — da tempo — al centro di una situazione scomoda che, almeno fino a tre giorni fa sembrava poter sfociare solo nella cessione dei due giocatori nella sessione di mercato invernale. Quindi Rossi dovrà valutare anche altre posizioni, come quella del difensore Felipe e del giovane attaccante Ljajic.