232
L'ex CEO e bandiera del Bayern Monaco, ma anche dell'Inter Karl-Heinz Rummenigge ha concesso una lunga intervista al Corriere della Sera per parlare dello stato di salute del mondo del calcio.

QATAR - "Nel 2010 quando fu assegnata la Coppa nessuno si lamentò. Farlo dodici anni dopo per me non ha molto senso. Però non critico i critici, la questione è complicata, ed è giusto che ognuno abbia la sua visione".

SUPERLEGA - "Mossa della disperazione? Sì, non c’è nessun’altra motivazione. E anche il modo dilettantistico in cui l’hanno presentata lo dimostra. La Champions resta la competizione più amata".

ATTACCO AD AGNELLI - "Non ho capito perché uno come Andrea Agnelli, che mi ha sempre dato l’impressione di essere intelligente, abbia agito così. Leggo che il calcio è malato, ma grazie a chi? Anche grazie a lui".

CITY E PSG - "City e Psg drogano il mercato. È fuori controllo ogni anno di più. Il Bayern ha una filosofia diversa, sempre con il bilancio in attivo da trent’anni".

MAROTTA - "La Superlega è morta: nessuna tedesca, inglese e francese la farà mai. Le italiane? Conosco bene Marotta e so che gli piacerebbe guadagnare qualcosa in più. Ma a quale prezzo?"