Commenta per primo
I nazionali russi Alexander Kokorin (attaccante dello Zenit San Pietroburgo) e Pavel Mamaev (centrocampista del Krasnodar) sono usciti di prigione dopo aver scontato parte della condanna per il coinvolgimento in alcune risse - riferisce Ansa - I due erano stati arrestati ad ottobre dello scorso anno per aggressioni perpetrate nel parcheggio di un hotel di Mosca ed in un locale pubblico. A maggio Kokorin era stato condannato a 18 mesi di carcere, Mamaev a 17. Un tribunale distrettuale nella regione occidentale di Belgorod ha stabilito che "ai fini della loro correzione, non è necessario che scontino la pena per intero", oltre che per il tempo trascorso in carcerazione preventiva, anche in considerazione della buona condotta tenuta dietro le sbarre.