517
E' il nono giorno di guerra in Ucraina, dopo la decisione della Russia di invadere il Paese per rovesciare il governo presieduto dal presidente Volodymyr Zelensky. Nonostante le delegazioni dei due paesi si siano alzati ieri dal tavolo delle trattative con un accordo di massima su un temporaneo cessate il fuoco per l'apertura di un corridoi umanitari che consentano l'evacuazione dei civili, i combattimenti e soprattutto i bombardamenti delle forze armate di Mosca sono proseguiti in diverse città.

Ore 22 - "Non tacete, scendete in piazza e sostenete l'Ucraina", perché "se l'Ucraina non sopravvivrà, l'intera Europa non sopravvivrà". Lo ha detto il presidente Volodymyr Zelensky in un videomessaggio trasmesso questa sera sugli schermi nelle piazze di città europee dove si sono svolte manifestazioni contro l'invasione russa, tra cui Francoforte, Praga, Lione, Tbilisi, Vienna, Bratislava e Vilnius. "Sostieni l'Ucraina - ha detto Zelensky, citato dall'agenzia Unian -.Sostieni la nostra libertà. Perché questa è una vittoria non solo sull'esercito russo, questa è una vittoria della luce sulle tenebre, del bene sul male".

Ore 21:15 - L'Italia sta sequestrando 140 milioni di euro agli oligarchi russi. Lo rende noto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a Tg2 Post. Per Di Maio "le sanzioni stanno danneggiando Putin. Ci sono grandi probabilità che la Russia vada in default. La borsa di Mosca è chiusa da 5 giorni". A livello europeo - rende noto il ministro - è stata creata una task force per aggredire i beni degli oligarchi, "soprattutto quelli immobiliari".

Ore 20:20 - Un attacco aereo russo in una zona residenziale nella regione di Kiev, ha ucciso almeno cinque persone. Tre di loro sarebbero bambini. Lo ha riferito la polizia ucraina in una nota. Secondo le autorità, l'attacco ha colpito il villaggio di Markhalivka, che si trova a circa 10 chilometri dalla periferia sud-occidentale della capitale.

19:45 - «La stabilità dell’Europa è in bilico e la pace è stata messa in pericolo dall’invasione dell’Ucraina da parte della Russia». Lo ha detto il segretario di Stato Usa Antony Blinken in una conferenza stampa a Bruxelles dopo il Consiglio Esteri straordinario.

19:15 - L’authority russa per il controllo dei media, Roskomnazdor ha bloccato l’accesso in tutto il Paese a Facebook. Lo ha annunciato l’agenzia Ria Novosti. Anche Twitter è destinato a subire la stessa sorte.

18:30 - Le Borse hanno peggiorato nel finale di seduta. A Milano l'indice Ftse Mib è sceso del 6,24%, peggiore andamento tra i principali listini del continente. Rispetto alla chiusura di venerdì scorso il calo è del 12,80%.

17:40 - "La Russia è aperta al dialogo con la parte ucraina, così come con tutti coloro che vogliono la pace in Ucraina. Ma a condizione che tutte le richieste russe siano soddisfatte", ha affermato ancora il presidente russo Vladimir Putin nella telefonata con il cancelliere tedesco Olaf Scholz. La telefonata, rende noto il Cremlino, è avvenuta "su iniziativa della Germania".

17:15 - Mariupol è rimasta senz'acqua, riscaldamento, elettricità e sta finendo anche il cibo dopo cinque giorni di attacchi russi. Lo denuncia il sindaco della città portuale nel sud-est dell'Ucraina in televisione, facendo un appello all'apertura di un corridoio umanitario per evacuare i civili. "Siamo semplicemente distrutti", ha detto Vadym Boychenko, secondo quanto riporta il Guardian. Oggi un alto funzionario statunitense ha riferito ai giornalisti che Mariupol rimane sotto il controllo ucraino, anche se le truppe russe continuano ad avanzare e bombardare la città, causando interruzioni dei servizi essenziali.
15.35 I colloqui tra Russia e Ucraina per un cessate il fuoco riprenderanno già durante il fine settimana, in anticipo rispetto al primo annuncio. Lo avrebbe riferito Vladimir Putin al cancelliere tedesco Olaf Scholz, secondo i media russi. Anche Kiev ja confermato l’indiscrezione

14.02 - "Gli Alleati danno il loro supporto all'Ucraina, lo stiamo aumentando sotto differenti aspetti. E' cruciale, è un momento critico per Kiev. La no fly zone è stata menzionata" nel dibattito "ma non ci sono piani per operare nello spazio aereo ucraino o per inviare nostre truppe". Lo dice il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg in conferenza stampa aggiungendo che i prossimi giorni saranno peggio "con più morti, più sofferenza e più distruzione".

11.30 - "Ieri abbiamo contato più di 2.000 morti, oltre 100 bambini. Possiamo calcolare morti e feriti a centinaia ogni ora". Lo ha detto Serhiy Chernov, presidente del consiglio regionale di Kharkiv, in videocollegamento con il Summit delle regioni in corso a Marsiglia. "Il villaggio di Iakevo nella ragione di Kharkiv è stato distrutto, ci sono molti morti in quest'area", ha spiegato. "In questo momento sto organizzando il lavoro del centro di coordinamento creato nel nostro centro regionale - ha raccontato -. Ci occupiamo di tutti i profughi dell'area di Kharkiv, stiamo organizzando le consegne di medicinali e cibo".


10.30 La Russia ha approvato una legge che modifica il Codice penale per contenere la diffusione di 'fake news' sulle operazioni dell'esercito russo. Lo scrivono Tass e Interfax, spiegando che questo è quello che prevede la legge appena approvata dalla Duma, all'unanimità, che introduce una responsabilità criminale per la diffusione di false informazioni sulle forze armate russe. In base alla gravità del reato sono previste multe e anche la prigione (si rischiano fino a 15 anni di carcere).


10.00 - "La Nato è un'alleanza difensiva, noi non cerchiamo il conflitto. Ma se il conflitto viene da noi saremo pronti". Lo dice il segretario di Stato Usa Antony Blinken entrando al vertice dei ministri degli Esteri della Nato.


9.30 - Le forze militari russe hanno preso il controllo della centrale nucleare a sei reattori della città di Enerhodar, nell'oblast di Zaporizhzhia, la più grande d'Europa. Lo riferiscono le autorità ucraine citate dai media internazionali. "Il personale operativo sta monitorando le condizioni delle unità di potenza", hanno affermato sui social media, aggiungendo che gli sforzi compiuti sono stati in linea con i requisiti di sicurezza. Nessuna fuga radioattiva è stata rilevata nella centrale nucleare di Zaporizhzhia, una cui unità è stata colpita nella notte. Lo riferisce il regolatore ucraino.


9.00 - Le attrezzature essenziali della grande centrale nucleare di Zaporizhzhia, colpita e incendiata da tiri d'artiglieria russa nel sud dell'Ucraina, non sono state compromesse dall'incendio" e che il personale dell'impianto sta prendendo "misure" per la sua messa in sicurezza: è quanto ha dichiarato l'Aiea, l'Agenzia Onu per l'energia atomica in un comunicato su Twitter.


8.15 - Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky ha approfittato dell'episodio della centrale atomica di Zaporizhazhia, colpita dai tiri russi e incendiata, per affermare che la Russia ricorre al "terrore nucleare", colpendo per la prima volta nella storia una centrale atomica, e che "vuole ripetere la catastrofe di Chernobyl". "Vogliamo allertare il mondo sul fatto che nessun Paese al di fuori della Russia aveva mai sparato contro centrali nucleari. E' la prima volta nella nostra storia, la prima volta nella storia dell'umanità. Questo Stato terrorista ora ricorre al terrore nucleare", ha detto Zelensky in un video pubblicato dalla presidenza ucraina.

8.00 - "Le forze russe stanno colpendo Zaporizhazhia, la maggiore centrale nucleare in Europa.  Se dovesse esplodere, sarebbe 10 volte peggio di Chernobyl. La Russia deve immediatamente cessare il fuoco e creare una zona di sicurezza". Lo ha twittato il ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba.