Quando si è trattato di metterci la faccia Walter Sabatini non si è tirato indietro, ma evidentemente il direttore dell’area tecnica di Suning inizia ad essere insofferente di fronte ad alcuni tedianti atteggiamenti di Zhang e soci, che sul mercato continuano a fare il bello e il cattivo tempo, sia con l’Inter che con il Jiangsu.

STOCCATA MASCHERATA - Una piccola stoccata verso la Cina, Walter Sabatini, l’aveva già mandata, seppur con fare abbastanza ermetico, quando aveva voluto lanciare un messaggio all’intero ambiente: «Andrò in Cina a rendere conto alla società di quanto accaduto, ma i primi a cui bisogna rendere conto sono i tifosi interisti». Un messaggio tutto da interpretare, che in qualche modo metteva nel mirino anche Suning, nonostante proprio Sabatini aveva specificato quanto ingiusto fosse prendersela solo con la proprietà cinese.

LA SPALLATA DI WALTER - Questa volta altre dichiarazioni dell’ex ds della Roma arrivano dal Brasile, rilasciate a UOL Esporte, che evidentemente ha chiesto qualche spiegazione circa l’improvviso stop della trattativa che avrebbe dovuto portare Alex Teixeira al Corinthians:  «Le possibilità al momento sono pari a zero. Il Corinthians ha lavorato molto, ma i cinesi hanno cambiato idea all’ultimo momento. E questo accade con frequenza». Una risposta che evidenzia una certa insoddisfazione da parte di Sabatini. È l’inizio di una frattura o siamo di fronte a piccole schermaglie destinate presto a svanire? Entro giugno tutto sarà molto più chiaro.