Commenta per primo

LA REPUBBLICA

La dirigenza della Roma punta nuovamente il dito contro i media. E' il pensiero di Repubblicaall'indomani delle dichiarazioni rilasciate dal direttore sportivo giallorosso, Walter Sabatini, al canale satellitare Roma Channel.“C'è una voglia feroce di distruggere quello che sta facendo la Roma”, è stato il passaggio chiave, sottolineato dalla testata giornalistica, della lunga intervista concessa dal ds romanista. “I risultati non ci stanno aiutando – il commento di Sabatini che, pur riconoscendo le difficoltà della squadra, non si tira indietro – Ci prenderemo le nostre responsabilità e ne pagheremo il conto”. Il dirigente capitolino, inoltre,  coglie l'occasione per correre in difesa del lavoro di Zeman chiudendo la porta all'ipotesi di un approdo sulla panchina giallorosso di Delio Rossi“Non sarà l'allenatore della Roma”, è stata la sua risposta lapidaria.

IL ROMANISTA

Il quotidiano dedicato ai tifosi giallorossi, invece, punta l'attenzione sulle parole del direttore sportivo romanista in relazione all'accusa di poca compatibilità dell'organico giallorosso con il credo tattico dell'allenatore. "E' una tesi confutabile sotto il profilo tattico - ha tenuto ha precisare Sabatini - E' una rosa sottoscritta dall'allenatore"Walter Sabatini, poi, nell'intervista fiume spende parole in difesa di Mattia Destro, messo in discussione con troppa fretta. "Su Destro, quando devo sentire che la Roma avrebbe sbagliato questa operazione, inorridisco - afferma - Destro è un ragazzo del ’91, io e tutta la società rivendichiamo il suo valore".