Commenta per primo

Pari con rimpianti allo stadio 'Arechi'. La Salernitana non va oltre l'1-1 con l'Alessandria e rimanda l'operazione sorpasso. Partita brutta e nervosa nonostante una splendida cornice di pubblico. Parte bene la squadra di Breda, subito in vantaggio al 4' minuto con il brasiliano Fabinho. Neppure il tempo di godersi il gol che l'Alessandria prima colpisce una traversa e poi al 14' pareggia con Scappini. Nella ripresa la Salernitana le prova tutte ma l'Alessandria si difende bene e con ordine. Nei minuti finali la squadra granata protesta per un sospetto atterramento in area di Aurelio. L'arbitro Irrati non se la sente di assegnare il penalty.

SALERNITANA

In sala stampa l'allenatore della Salernitana Roberto Breda difende la squadra: 'Abbiamo giocato bene e abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Non ci sono giocatori in debito d'ossigeno. Il rigore? La percezione dalla panchina era quella, poi l'arbitro probabilmente non se l'è sentita. Pensiamo già al prossimo impegno senza recriminare troppo su quello che è stato fatto oggi'.

ALESSANDRIA

Maurizio Sarri, tecnico dell'Alessandria, è soddisfatto per il risultato: 'Nonostante tutti i problemi stiamo giocando un gran calcio e abbiamo dimostrato di meritare il terzo posto. Non era facile reagire dopo lo svantaggio ed invece siamo stati bravi a rimanere compatti ed a non farci sorprendere dalla rapidità dei loro attaccanti'.