SALISBURGO

Walke 5.5: ancora una volta insicuro in molte circostanze. Neo della gestione Rose è questa alternanza con Stankovic che penalizza la squadra

Lainer 6.5: chissà quante bevande energetiche lo sponsor-proprietario del club gli passa. Non si stanca, praticamente, mai: esterno di grande spinta, mette tanti palloni al centro

Ramalho 6: guida il reparto, qualche buona chiusura e dimostra margini di crescita importanti

Onguéné 5.5: fare gli stessi disastri dell'andata era impossibile, ma riesce comunque a farsi notare per l'inadeguatezza a certi livelli per limiti tecnico-tattici troppo evidenti

Ulmer 6:entra scomposto in occasione del gol del vantaggio del Napoli che mette la parola fine al discorso qualificazione. Errore che macchia una prestazione importante, impreziosita dall'assist a Gulbrandsen

Mwepu 6:resta in campo per poco meno di un'ora, cercando di rincorrere tutti i calciatori del Napoli e meritandosi la sufficienza (dal 14' st Gulbrandsen 6.5: già all'andata ci aveva provato tre volte, rendendosi molto pericoloso. Ci mette pochi minuti al ritorno per firmare il 2-1, attaccando la porta in modo fantastico)

Samassekou 5.5: ci mette molta più intensità dell'andata, ma non regala emozioni particolari. Nella doppia sfida con il Napoli non ha mostrato di meritare la reputazione di mediano di spessore europeo

Szoboszlai 7: classe 2000, alla seconda europea desta un'impressione meravigliosa. Assist per Dabur, gioca con sicurezza, si fa trovare ovunque. Il Salisburgo ha già trovato il prossimo pezzo pregiato: entra in modo determinante anche nell'azione del vantaggio austriaco, aprendo gli spazi con movimento e passaggio chiave (dal 29' st Leitgeb 6: entra e nel finale sigla la rete del definitivo 3-1)

Wolf 6: funge da trequartista, nel primo tempo si vede troppo poco, ma non dimostra le qualità per fare il dieci a certi livelli. Nella ripresa cambia marcia, un paio di buone conclusioni, qualche percussione interessante per quello che è un '99 di prospettiva

Minamino 5.5: cento movimenti al minuto non sono la garanzia di incidenza. Una buona chance nel finale di prima frazione, sfiorando il palo (dal 41' st Håland sv)

Dabbur 7: il neo-acquisto del Siviglia, dimostra di saperci stare nell'Europa che conta. Il gol è un concentrato di qualità, rapidità e senso della porta. Nella ripresa continua a dare problemi, compreso un colpo di testa ben sventato da Meret ed una girata che si stampa sul palo

All. Rose 6.5: il suo Salisburgo gioca una gara di spessore, con una vittoria contro una delle candidate per la vittoria finale della competizione. I suoi giovani crescono bene, si vede la sua mano sulla squadra ed è facile immaginare che presto si possa vederlo su panchine ancora più importanti NAPOLI

Meret 6.5: primo tempo dove può poco nell'occasione del pari del Salisburgo e viene richiamato da Ancelotti per una prima impostazione. Nel secondo tempo, comunque non può nulla sul vantaggio austriaco, mentre si comporta bene in un paio di circostanze in cui il Salisburgo ci prova di testa

Hysaj 6: si vede molto più del solito in fase offensiva, manca un bagaglio tecnico forte, ma non sfigura. Chiude la gara da centrale per l'infortunio di Chiriches

Chiriches 6:saltato da Dabbur nell'1-1, ma non ha particolari responsabilità. Buon secondo tempo, ma si fa male ancora, dimostrando una tenuta fisica ancora molto limitata (dal 33' st Malcuit sv)

Luperto 6: la prima da titolare in Europa inizia senza affanni particolari e con una discreta sicurezza. Ci mette tanta intensità nella ripresa, arrivando a guidare il reparto

Mario RuI 6.5:molto positivo, soprattutto nell'occasione del gol del vantaggio azzurro, dove recupera, triangola e va di assistenza per Milik. Solido in fase difensiva

Callejon 6: primo tempo fatto gestione delle energie, il giusto ausilio a Hysaj, trovando spesso il timing per stringere verso il centro in chiusura

Allan 5: sbaglia diversi palloni in uscita, tra cui quello che porta all'1-1 del Salisburgo, confermando un momento poco brillante

Fabian 6: sforna giocate tra palloni lunghi, cambi gioco, verticalizzazioni e conclusioni che sembra giochi alla playstation. Meno vivo nella ripresa

Zielinski 5: tanta qualità, poca intensità: soprattutto nella ripresa si fa fatica a vederlo (dal 29' st Diawara sv)

Mertens 6: buon primo tempo, trova gli spazi tra le due linee del Salisburgo, arrivando alla conclusione in un paio di circostanze. Bella performance, macchiata da un gol mancato in modo piuttosto clamoroso per uno della sua classe, confermando un'allergia alla rete che dura da tempo (dal 43' st Younes sv)

Milik 6:arriva a quota 17 gol fatti, non sarà letale in tutte le circostanze, ma conferma di essere attaccante assolutamente completo. Battaglia per tutto il match, prendendosi anche un giallo

All. Ancelotti 5.5:la qualificazione è sotto-chiave con il gol di Milik. Soprattutto nel secondo tempo è un brutto Napoli, che gestisce l'ampio vantaggio, prendendosi una sconfitta indolore ed aspettando serate più importanti per esaltarsi