Commenta per primo

 

A sorpresa, Antonio Conte ha convocato sia Claudio Marchisio che Simone Pepe per il match di questa sera contro l'Udinese. La mossa è sintomatica dell'importanza della partita contro i friulani ("Vale sei punti", ha spiegato il tecnico della Juventus), ma anche del tassello che, finora, manca al mercato bianconero: il centrocampista
 
Sistemati l'attacco e la difesa con Borriello e Caceres, per completare la campagna acquisti con successo alla Juventus manca infatti ancora un uomo a centrocampo. Il reparto finora è stato sicuramente il migliore della squadra di Conte, perché ha protetto la difesa (la meno battuta del campionato) e ha surrogato le carenze realizzative dell'attacco con i gol di Marchisio e Pepe. Ma il settore può contare su cinque soli giocatori: Pepe (che oltretutto, nel 4-3-3, viene schierato nel trio offensivo, quindi fra gli attaccanti), Marchisio, Pirlo, Vidal e Marrone. Conte ha una grande fiducia in Marrone, e per quanto ha fatto vedere il baby bianconero nelle ultime gare è una fiducia ben riposta, ma non c'è dubbio che di un nuovo, importante, acquisto, ci sia bisogno come del pane
 
Sfumato Guarin (ma la Juve lo ha davvero seguito, o era il procuratore di Guarin a seguire la Juve?), l'obiettivo principale è il cagliaritano Radja Nainggolan. Nelle ultime ore della serata di venerdì, la trattativa però ha subito una brusca frenata, tanto da sembrare, al momento, svanita. Beppe Marotta e Fabio Paratici ci proveranno fino all'ultimo, ma le alternative sono già pronte. Nell'ordine, si tratta di Candreva, Pizarro, Palombo e Parolo. Ma non cè dubbio che, come Borriello e Caceres siano state le prime scelte per l'attacco e per la difesa (tenendo conto del budget bianconero), Nainggolan lo sia altrettanto per il centrocampo. E quindi la Juve ci proverà fino alle ultime ore di mercato.