Commenta per primo
La Sampdoria cerca una mente per il suo centrocampo, ottimo per muscoli e corsa ma poco creativo e soprattutto non troppo capace di dettare i tempi della manovra. Angelo Palombo ci prova ma il ruolo non è proprio il suo, stesso discorso per Obiang molto più a suo agio, come spesso dichiarato, se impiegato come mezz’ala o comunque con compiti di distruzione e inserimento e non di gestione palla. Così la prossima estate la Sampdoria cercherà sul mercato un regista. L’idea sarebbe quella di trovare un titolare già pronto per il prossimo allenatore. Per questo il primo della lista sarebbe Luca Cigarini. 29 anni, da quasi dieci smista il gioco in serie A, per l’Atalanta è titolare inamovibile per questo l’offerta dovrebbe essere alta per strapparlo al club bergamasco.

LINEA VERDE - L’alternativa è trovare un ragazzo giovane di ottima prospettiva che possa crescere alle spalle di Palombo. A gennaio Ferrero si era fatto avanti con un’offerta per Baselli, sempre dell’Atalanta. Non se ne fece nulla perché Marino e Sartori non volevano privarsi del giocatore nel bel mezzo del campionato tanto che alla fine del mercato stopparono anche il Milan. I rossoneri avrebbero strappato un’opzione per giugno ma i giochi sono ancora tutti aperti. La Sampdoria a febbraio aveva contatto l’entourage del classe 1992 Fossati, attualmente al Perugia che in estate si svincolerà dal Milan. Una chiacchierata che però non ha portato a nulla visto che Carlo Osti non ha più approfondito il discorso. Sul taccuino del direttore sportivo c’è anche Verre ma l’Udinese vuole inserirlo l’anno prossimo in rosa per sostituire Allan e quindi non ha intenzione di perderlo. Prime manovre, primi nomi: molto dipenderà anche dal nuovo allenatore che potrebbe consigliare la dirigenza di Corte Lambruschini per la scelta del nuovo regista.