Gregoire Defrel ha vissuto un periodo molto complesso a Genova. L'attaccante della Sampdoria è passato dallo sconforto per quell'incidente che ha fatto molto discutere sino all'esaltazione per una partita strpitosa con il Sassuolo: "Ho trascorso una brutta settimana a causa dell’incidente. Sono consapevole di aver commesso un errore, a testa bassa ho lavorato tutta la settimana" ha raccontato il giocatore a Sky Sport. "Giampaolo mi aveva chiesto una grande gara con il Sassuolo, ho mantenuto la promessa".

Tra i buoni propositi per il finale di stagione, Defrel ne cita alcuni in particolare: "Non vedo l’ora che riprenda il campionato, voglio far vedere alla gente il miglior Defrel. Contro il Milan e per tutte le altre partite il nostro obiettivo è ripetere la prova del 'Mapei Stadium' per restare il più in alto in classifica. Sarebbe bellissimo regalare l’Europa alla Sampdoria grazie ai miei goal". Grandi lodi anche per Quagliarella: "Merita la nazionale. Non esistono segreti quando si lavora in quel modo. È incredibile il suo senso del goal, sbaglia davvero poco sotto porta". 

Ad un certo punto a gennaio il giocatore era stato accostato a varie società. La sua volontà però è sempre stata chiara e precisa: "A gennaio erano circolate tanti voci di mercato, ma il mio obiettivo era quello di finire qui la stagione. Giampaolo? Lo ringrazio per la fiducia che mi ha dimostrato e per le belle parole che mi ha dedicato".