Commenta per primo
Alla fine Dawid Kownacki ha ottenuto il suo scopo: l'attaccante è stato accontentato dalla Sampdoria, dopo il duro sfogo di martedì, e si è trasferito al Fortuna Dusseldorf. I blucerchiati avrebbero preferito una soluzione italiana, ad esempio l'Empoli di Riccardo Pecini o il Cagliari, che alla fine ha preso Thereau e con cui gli uomini mercato doriani avevano in ballo l'operazione Sau, ma il centravanti ha rifiutato ogni possibile destinazione.

Ieri pomeriggio Kownacki è stato presentato ufficialmente a Dusseldorf. L'ex Lech Poznan si trasferirà al Fortuna in prestito oneroso a 500mila euro - utili per rientrare parzialmente delle spese sostenute per rimpiazzare l'attaccante - con un diritto di riscatto fissato a 12 milioni. La Samp realizzerebbe così una plusvalenza di 8 milioni, avendo versato a suo tempo 4 milioni al Lech per Kownacki. Gli uomini mercato doriani però non volevano perdere il controllo sul calciatore: ecco perchè la Samp ha inserito un diritto di contro riscatto a suo favore per 14 milioni. In sostanza, da Corte Lambruschini si sono garantiti l'ormai celebre diritto di ricompra in caso il polacco dovesse avere un buon impatto sulla Bundesliga.