2
Non sono passate inosservate, in casa Sampdoria, le ultime scelte di Ranieri a livello di convocazioni. C’è una situazione che non può sfuggire, ed è quella dell’attaccante Antonino La Gumina, teoricamente prestato dall’Empoli ai blucerchiati. Con il primo punto ottenuto a febbraio al cospetto del Benevento infatti è scattato l’obbligo di riscatto per una cifra tra i 5 e i 6 milioni di euro. Cifra importante per un giocatore che non rientra nei piani della squadra, e dell’allenatore, come dimostrano le scelte di formazione. L’ex Palermo infatti ha giocato pochissimo e, soprattutto, non è stato inserito nell’elenco dei giocatori scelti per le gare con Benevento e Fiorentina.
 
Le mancate convocazioni possono essere lette in maniera più innocente come una decisione di Ranieri, che non vuole chiamare giocatori sapendo già di non impiegarli. In realtà, in maniera molto più prosastica, la scelta ha risvolti pure in chiave mercato. La Sampdoria stava tentando di piazzare La Gumina in quei campionati con la sessione di trasferimenti ancora aperta. Nei giorni scorsi ad esempio si era fatto avanti l’Honved in Ungheria. La trattativa però non è neppure partita: a bloccare i discorsi è stato lo stesso giocatore, non convinto della destinazione.