Sampdoria-Torino 1-0

Audero 6,5: tantissime uscite con buona personalità, anche fuori dall’area. Sbroglia un paio di situazioni potenzialmente molto pericolose.

Bereszynski 6,5: buona partita in copertura, il Torino  attacca spesso dal suo versante ma riesce a contenere bene gli sprint ospiti.

Colley 6,5: ingaggia duelli fisici con gli attaccanti granata, e li vince praticamente tutti. Della difesa  blucerchiata è decisamente il migliore.

Tonelli 6: discreta partita, qualche disattenzione ma pure alcune chiusure importanti. Si fa male e esce a metà del secondo tempo.

(dal 27’ s.t. Yoshida 6: stringe i denti, entra a freddo e partecipa alla difesa del fortino nella confusione finale).

Augello 6,5: bravissimo quando la Samp trova il vantaggio, si lancia sul tocco di Quagliarella e salta secco il suo avversario. Dal versante sinistro, la Samp non soffre.

Candreva 6,5: Gabbiadini lo trova tutto solo al centro dell’area, lui è freddo e lucido a trafiggere Sirigu. Per il resto, disputa una partita abbastanza anonima e grigia, senza particolari spunti, ma ha il merito della rete che alza il suo voto.

(dal 42’ s.t. Ferrari s.v.)
Thorsby 6: solito dinamismo, anche se talvolta un po’ a vuoto. Però è prezioso quando si prende un paio di falli.

Ekdal 6,5: cerca di spaventare Sirigu con un destro fuori di poco. Nel primo tempo, è forse il migliore della Samp. Cala un po’ nella ripresa, perdendo anche un paio di palloni pericolosi.

Jankto 5,5: corre, ma è confuso e raramente si prende la responsabilità di una giocata o di un dribbling. In panchina c’è un certo Damsgaard, perché non provarlo?

Gabbiadini 6,5: tocco geniale di prima a liberare Candreva solo nel cuore dell’area. E’ al rientro, non si possono pretendere settanta minuti sempre ad alta intensità, ma il suo peso in questa Samp è evidente.

(dal 22’ s.t. Keita 5,5: tanta corsa, tanto fumo ma poco arrosto. Fatica a tenere i palloni, nel finale gli si chiedeva decisamente un altro passo).

Quagliarella 6: l’azione del gol nasce da un suo splendido tocco a lanciare Augello. Poco dopo prova a bissare, cercando la soluzione personale, ma sulla sua conclusione è reattivo Sirigu. Ci crede, prova in tutti i modi a trovare il gol, è prezioso per la Samp. 

(dal 42’ s.t. Damsgaaard s.v.)


All. Ranieri 6: partita brutta, difficile e complicata. Però bisognava portare a casa i tre punti, e completa la missione. Era cruciale vincere questa gara per levarsi da un eventuale mischione in ottica salvezza, il traguardo ora è un po' più vicino, anche se i limiti di gioco di questa squadra sono piuttosto evidenti.