3
Torino-Sampdoria 3-0

Audero 5:
non ha colpe sul gol di Praet ma ne ha invece su quello di Singo del momentaneo 2-0 quando si fa beffare sul proprio palo che non riesce a coprire come dovrebbe. Un errore che pesa perché di fatto mette la parola fine alla partita.

Dragusin 5: non è una serata semplice per il giovane difensore e lo si vede anche nell’azione con cui il Torino sblocca il risultato. Nell’occasione si fa sorprendere dall’inserimento di Linetty che poi serve a Praet un pallone che è solo da spingere il rete. 

(Dal 35’ s.t. Colley: sv)

Yoshida 5,5: cerca di contenere come può Sanabria ma le cose si complicano quando nel Torino entra in campo Belotti. Contro il Gallo il difensore giapponese appare in grande difficoltà. 

Chabot 5,5: prova a evitare il vantaggio del Torino cercando di immolandosi sulla conclusione di Praet a pochi passi dalla linea di porta, invece riesce solo a rimandare di qualche frazione di secondo il gol. 

Bereszynski 5,5: soffre un po’ troppo le sgroppate di Aina sulla sua fascia e da quella corsia il Torino riesce troppo spesso a sfondare e a creare pericoli. Dopo l’espulsione di Silva, D’Aversa lo richiama in panchina. 

(Dal 24’ s.t. Askildsen: sv; Dal 36’ s.t. Ciervo: sv)

Ekdal 5: altro giocatore che quest’oggi si vede troppo poco in campo e che di fatto, finisce la sua partita ben prima che D’Aversa lo richiami in panchina. 
(Dal 9’ s.t. Gabbiadini 5,5: si vede poco)

Silva 5: dice qualche parola di troppo all’arbitro e a metà del secondo tempo si fa espellere. Nell’occasione Fourneau è forse troppo fiscale ma resta il fatto che il numero 5 è ingenuo e rende ancora più difficile una partita che per la sua Sampdoria era già molto complicata. 

Augello 5,5: sulla propria fascia di competenza se la deve vedere con la vivacità e la velocità di Singo. Il numero 3 della Sampdoria riesce però a cavarsela bene. Il terzino del Torino riesce a scappare via in una sola occasione però decisiva: nel contropiede del 2-0.

Thorsby 6: è uno dei più vivaci in casa Sampdoria. Si muove molto, si propone per ricevere palla e quando può va anche alla conclusione verso la porta avversaria. Prestazione più che sufficiente da parte del numero 2 della Sampdoria. 

Candreva 5,5: nel finale di primo scodella alcuni cross interessanti nell’area di rigore del Torino, poi finisce per uscire dal gioco. Troppo poco quello che combina questa sera per guadagnare la sufficienza. 

Quagliarella 5: appare molto nervoso e i fischi continui che riceve da parte dei tifosi del Torino nei non certo lo aiutano. Passa più tempo a protestare che con la palla tra i piedi e a inizio secondo tempo viene richiamato in panchina dopo una prestazione che non è certo da ricordare. 

(Dal 9’ s.t. Caputo 5: non tocca praticamente mai la palla).


All.: D’Aversa 5: la sua Sampdoria non entra praticamente mai in campo e avrebbe potuto uscire dall’Olimpico Grande Torino con un passino ben più ampio. La squadra è troppo rinunciataria sin dai primi minuti.