Commenta per primo
Beppe Marotta si toglie il vestito da direttore generale della Sampdoria e saluta Genova, gli addetti ai lavori e i tifosi blucerchiati con un pizzico di emozione ripercorrendo otto stagioni intense che hanno visto la società, prelevata dalla famiglia Garrone nel 2002 sull'orlo del fallimento, passare dalla salvezza dalla C fino ad un'altra 'C' quella della Champions League. 'Cominciai a lavorare alla Samp con un piede e mezzo nel baratro, fu un momento difficilissimo. Grazie all'impegno della famiglia Garrone abbiamo saputo creare qualcosa di straordinario'. (Il Giornale - Edizione Genova)