17
Sanremo-San Siro andata e ritorno. Dopo aver visto da vicino il pareggio del suo Milan contro l'Udinese mercoledì sera. Ieri Zlatan Ibrahimovic è tornato sul palco dell'Ariston. Qualche ora di ritardo rispetto al previsto a causa di una coda in autostrada dovuta a un incidente. Figurarsi se basta così poco per fermare lo svedese, che chiede un passaggio a un motociclista e arriva a Sanremo in autostop (QUI la storia). Ai microfoni di Radio Monte Carlo, il motociclista Franco ha raccontato la storia: "Stavo rientrando a casa da Borgio Verezzi, bloccato nel traffico vedo un van nero con una persona all'interno che assomigliava a Ibra. L'autista abbassa il finestrino e mi dice che Ibra vuole che lo porti a Sanremo. Io sono anche tifoso milanista e non ci ho pensato un attimo, gli ho dato il casco che avevo sotto alla sella e ho avvertito mia moglie: 'Sto accompagnando Ibrahimovic a Sanremo'. Ma non ci ha creduto".

"Voleva guidare lui ma gli ho detto di no. Però è vero quello che ha detto in tv, sono un motociclista della domenica e non avevo mai preso l'autostrada. Per fortuna c'erano poche macchine ed è stato semplice. Zlatan è stato molto gentile, è una grande persona. Mi ha chiesto come avrebbe potuto sdebitarsi, promettendomi che in cambio mi manderà la sua maglia. Appena arrivati non abbiamo fatto in tempo nemmeno a farci una foto perché era molto di fretta. Per fortuna però alla fine mia moglie mi ha creduto e il matrimonio è salvo".