81
I Maneskin sono i vincitori del 71° Festival di Sanremo. La band, già conosciuta per aver partecipato a X Factor, ha trionfato al debutto sul palco dell'Ariston mettendo la loro firma rock sulla competizione con la canzone 'Zitti e buoni'. Dietro di loro Francesca Michielin & Fedez, secondi, ed Ermal Meta, terzo. Dopo l'annuncio la band era talmente emozionata che non riusciva nemmeno a esibirsi di nuovo. Appena dato l'annuncio il cantante Damiano è scoppiato in lacrime. Esploso, letteralmente. Sfogando quattro giorni di tensioni e un'altalena continua di emozioni.

LA STORIA - I Maneskin (che in danese vuol dire 'chiaro di luna') sono un gruppo di amici che si sono incontrati un po' alla volta nel cammino verso il successo: band fondata dalla bassista Victoria De Angelis e dal chitarrista Thomas Raggi addirittura ai tempi delle scuole medie. Successivamente si sono aggiunti il cantante Damiano David e il batterista Ethan Torchio, che aveva risposto a un annuncio su Facebook. Una volta insieme hanno unito le loro menti rock trovando come guida un top player come Manuel Agnelli, che li ha presi sotto la sua ala accompagnandoli anche sul palco dell'Ariston nella serata delle cover. 

ROMANISTA - Musica ma anche calcio tra le passioni dei Maneskin. Roma, in particolare. Per informazioni chiedere a Damiano, il cantante, che prima di salire sul palco nella serata di mercoledì si è visto la partita dei giallorossi contro la Fiorentina fino all'ultimo secondo possibile. 



I Maneskin campioni di Sanremo ma anche sui social, dove sono stati protagonisti di un'iniziativa di marketing che aveva lasciato tutti con gli occhi di fuori. Su Twitter la band è partita all'attacco di tutti gli altri artisti del Festival. Ma sul serio eh: diretti e pungenti, senza risparmiare nessuno. Addirittura se la sono presa anche con Amadeus, Fiorello e con gli autori del programma. Per farvi capire, questo è stata la frecciatina al presentatore: "Quei palloncini a forma di spettatore possono essere utili: chi riesce a farli esplodere durante l’esibizione vince Sanremo. Amadeus presto fai modificare il regolamento" avevano scritto in modo provocatorio riferendosi alla proposta di tenere in gara Irama dopo la positività al Covid di un membro dello staff. Nessuna polemica però, perché prima che potesse scatenarsi l'inferno su di loro ci ha pensato il social media manager a spiegare il motivo, e scherzando ha twittato: "Buonasera, come sapete i Maneskin sono impegnati a Sanremo 2021. Nel frattempo hanno affidato questo profilo Twitter a @Dio (quasi 900mila follower) che ricambierà il loro gesto di buona fede combinando grandi casini, come da tradizione rock. Su, al lavoro”. 
 
Il giorno prima la polemica c'è stata davvero, perché il gruppo viene accusato di plagio: il loro 'Zitti e buoni' sarebbe molto simile al singolo 'F.D.T. - Fuori di testa' pubblicato da Anthony Laszlo nel 2015. Dopo aver effettuato una perizia, però, la casa discografica Sony Music ha smentito il plagio specificando che l'unica coincidenza tra le due canzoni è la stessa parte di testo 'fuori di testa', tra l'altro utilizzata in note metriche diverse. Tutto regolare, i Maneskin possono festeggiare la vittoria finale. Tra lacrime di gioia e un po' di rock and roll.

GLI ALTRI PREMI
Premio della critica Mia Martini: Willie Peyote

Premio Lucio Dalla: Colapesce Dimartino

Premio miglior testo: Madame

Premio miglior composizione musicale: Ermal Meta

@francGuerrieri