65
Un altro gol (e sono 3 in altrettante giornate di campionato), un altro assist vincente per la rete del momentaneo 2-1 di Pucciarelli, un'altra prova da incorniciare per Riccardo Saponara, che ormai non è più una sorpresa. E si candida di diritto ad entrare tra i giocatori che il ct della Nazionale Antonio Conte non potrà non prendere in considerazione in vista dell'Europeo. In un momento storico in cui il calcio italiano fatica a produrre talenti genuini, l'ex milanista si sta candidando a suon di prestazioni super ad Empoli, dov'è assolutamente rifiorito.

SARRI NON HA DUBBI - Nella conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la sua ex squadra, l'allenatore del Napoli Maurizio Sarri, uno che ha spinto fin che ha potuto con De Laurentiis affinchè gli regalasse il trequartista per il suo 4-3-1-2, lo ha letteralmente investito, con parole importanti e per certi versi clamorose: "Saponara è un fuoriclasse e sarà destinato a società importanti, in Italia non se lo potrà permettere più nessuno”. Il suo pupillo incassa i complimenti del tecnico e ha deciso di ringraziare a modo suo facendo ammattire la retroguardia del Napoli nella gara di questo pomeriggio. Nel 2015, ossia da quando ha fatto ritorno nel club che lo ha segnalato al grande calcio, Saponara è salito a quota 10 gol ed è il secondo centrocampista per realizzazioni dietro il romanista Iago Falquè.
RIMPIANTO PER MILAN E JUVEChissà cosa avrà pensato il Milan che, dopo due stagioni in cui non ha mai creduto nel ragazzo forlivese, lo ha restituito per soli 4 milioni di euro all'Empoli (ma col 50% della futura rivendita) e rischia di vedere impennare la sua valutazione nei prossimi mesi.  Riflette anche la Juve, che ha conteso al Napoli a suon di milioni Saponara ma che si è dovuta arrendere alle resistenze della società toscana e che ha faticato a individuare il "10" da regalare ad Allegri, finendo per ripiegare sull'ex interista Hernanes nelle ultime ore del mercato.

LEGGI LE DICHIARAZIONI DI SAPONARA DOPO IL MATCH DI OGGI