C’è un fatto che di certo non è passato inosservato nella surreale sfida di domenica scorsa. Quello dell’impiego dal primo minuto, per la prima volta in campionato, di Riccardo Saponara. «Un ragazzo molto sensibile» , per dirla con le parole del tecnico Stefano Pioli. Che però ha precisato di aver puntato su di lui «perché sta bene e sa dare tanto». Insomma, questo potrebbe essere anche il suo momento. Un modo, scrive La Repubblica, per riscattare una prima parte di stagione non certo entusiasmante.
 
RIPARTIRE - La Fiorentina però punta fortemente su di lui, continua il quotidiano. Contro il Benevento Saponara ha dimostrato di stare davvero bene. Tanta corsa, spunti interessanti e il calcio d’angolo dal quale è nato il gol di Vitor Hugo. Il 'Franchi' ha riconosciuto il suo impegno e quando Pioli l’ha sostituito, nel secondo tempo, tutto il pubblico ha applaudito l’ex calciatore dell’Empoli. Che contro il Torino, domenica, potrebbe avere un’altra opportunità.
 
RUOLO - Da trequartista puro, anche perché il suo ruolo è quello e snaturarlo non lo aiuterebbe. Saponara può giocare nel 3-5-2 oppure nel 4-3-2-1 visti con il Benevento. Perché la squadra di Pioli, a seconda delle due fasi, si è mossa in campo mantenendo però il ruolo di Saponara inalterato. Semmai è Federico Chiesa a doversi muovere di conseguenza: sulla fascia destra se la difesa sarà a tre, sacrificandosi come già fatto in altre occasioni, oppure alle spalle di Simeone insieme proprio al compagno. O ancora in un 4-3-1-2 con Saponara alle spalle dei due figli d’arte in attacco.