61
Umorale, viscerale, ma anche empatico. Maurizio Sarri non è un uomo da copertina, perché patinato in prima pagina, non riuscirebbe a mettere in mostra tutte le sue contraddizioni. Di un leader, certo, ma anche di una persona che si fa guidare dalla passione anche oltre i limiti, se necessario. Il classico esempio di chi o si ama o si odia, di chi si seguirebbe anche in capo al mondo o di chi, al contrario, non vorresti vedere nemmeno per un caffè. Ci ha messo del tempo, Sarri, ad entrare in sintonia con la Juventus.

CONTINUA A LEGGERE SU ILBIANCONERO.COM