Commenta per primo
Il direttore generale del Sassuolo Massimo Carnevali  ha parlato in mixed zone dopo la sconfitta per 3-1 contro l'Atalanta. “Questo è sempre il sogno e la speranza, non è facile da raggiungere ma una squadra come l’Atalanta, con una progettualità che sta portando avanti da parecchi anni sta riuscendo a ottenere. Per il calcio italiano è una bella cosa che una società medio/piccola diventi grande. Noi stiamo portando avanti un progetto, una società come il Sassuolo essere al settimo anno consecutivo in A è una grande cosa. È un risultato straordinario, pure se non tutti se ne accorgono. Abbiamo lo stadio di proprietà, un centro sportivo nuovo, l’allenatore più giovane della Serie A. Non dobbiamo dimenticarci da dove siamo partiti quest’anno, abbiamo ragazzi appetiti da grandi club e siamo una delle squadre più giovani. Non possiamo che fare i complimenti a tutti noi. Le parole di Squinzi? Il nostro patron è ambizioso, giusto dare lo sprone per qualcosa di più. Dobbiamo guardare le squadre dietro di noi, abbiamo raggiunto la salvezza con qualche giornata di anticipo. Dobbiamo essere soddisfatti, mantenere i piedi per terra. Ci siamo salvati e abbiamo un bilancio in ordine. Carnevali e De Zerbi? Noi riteniamo Sassuolo una grande, sono legato alla società, non c’è dubbio. Lui ha un contratto, ma abbiamo iniziato con lui un progetto e deve continuare”.