Commenta per primo
Eusbeio Di Francesco, tecnico del Sassuolo, parla in conferenza stampa alla vigilia del match con la Roma: ""Cambio modulo? Io tengo a dare continuità al mio pensiero calcistico, poi vedremo come. La notte porta consiglio. Ci sono meccanismi a cui i ragazzi sono abituati e che non vorrei cambiare, ma ho soluzioni diverse in base ai giocatori che ho. Ora ho fuori Missiroli, Magnanelli e devo valutare se Duncan sia utilizzabile o meno. Scenderemo in campo come dei leoni, i leoni del Sassuolo".

SU MAGNANELLI E SENSI - "Magnanelli? Attualmente è quasi insostituibile. Ho il rimpianto di averlo fatto giocare, volevo farlo riposare ma ho dato retta al cuore del mio calciatore. Sensi è un grande giocatore, ma deve crescere, i giovani anche quando sono in difficoltà non si devono nascondere, non mi interessa l'errore tecnico, e in questo Stefano deve crescere. L'ho fatto giocare mezzala accanto a Magnanelli perché avere meno responsabilità tattica aiuta a crescere. I giovani vanno aspettati e fatti crescere, senza far sì che si abbattano. Io lo so perché ho visto tanti giovani crescere, tra questi Pellegrini, che è diventato forte, ma non deve smettere di migliorarsi perché ha ancora margini di crescita".

SULLA ROMA - "Sono più forti di noi, punto. Parliamo di una squadra che ci è superiore e che io avrei il desiderio di battere, anche se con affetto, perchè non ci sono mai riuscito. Sono in un momento di grande esaltazione, verranno con grande entusiasmo, con una grande tifoseria. Dobbiamo contrastarli con voglia, determinazione e organizzazione. Il calendario dice che dobbiamo affrontare la Roma, voglio una squadra in partita dall'inizio alla fine, anche se ci saranno momenti di difficoltà".