Commenta per primo
Sassuolo-Lazio 1-1


Consigli 6: meraviglia delle meraviglie il miracolo nella ripresa su Correa (che però era in fuorigioco). Non può molto sul gol subito. 

Marlon 6: un'altra prova buona per un giocatore di tutto rispetto. Prova a ripetersi dal limite dell'area nel finale, ma stavolta calcia per terra.   

Magnani 6,5: quanto è solido questo ragazzo! E' il muro centrale della difesa a tre di De Zerbi. Girateci alla larga..

Ferrari 7: al 7' para il tiro di Luis Alberto sulla linea ma non la respinta vincente di Parolo. Segna di testa il gol dell'uno a uno al 15'. E' il terzo centro in campionato, eguagliato il suo record personale. 

Lirola 6,5: fornisce l'assist a Ferrari, un bel cross da spingere in rete. Nel primo tempo  tuttavia non è sempre precisissimo, migliora comunque nella ripresa. 

Duncan 6,5: meglio rispetto alla settimana scorsa. Sta tornando quello d'inizio campionato. E con lui il Sassuolo può crescere.

Locatelli 6: si rivede in campo dal primo minuto dopo la brutta prestazione di Napoli. Buona regia, ma sempre con quella palletta persa di troppo. 

Adjapong 6: doveva faticare e bloccare la spinta di Patric. Scelta buona di De Zerbi, che per una volta si copre, in sicurezza. Non sempre puntuale, però, tecnicamente

(dal 35' Rogerio 6: in teoria servirebbe per mettere qualche buon cross. Sul fondo ci arriva, ma i cross non sono poi così buoni)

Berardi 5,5: continua a non segnare e a fare scelte discutibili. Ma De Zerbi non lo toglie più.

Sensi 6: la convocazione in Nazionale maggiore ne promuove la titolarità. Gol sfiorato al 6', di testa, cercando di sorprendere in controtempo Strakosha. Dopo di che poco altro.    

(dal 22' Djuricic 6: mette un po' d'ordine ma non punge)

Boateng 5,5: da lui ci si aspetta sempre qualcosa di più. Partita opaca. 

(dal 39' st Babacar 5,5: quando Strakosha sbaglia e gli passa il pallone sulla trequarti, lui tenta un pallonetto troppo, troppo loffio. Era un'occasione..)




All. De Zerbi 7: ancora una partita in cui il Sassuolo pensa al sodo senza rinunciare alla propria identità. A questo risponde infatti la scelta di Adjapong per Rogerio dal primo minuto. Per i neroverdi è un bel punto guadagnato. Ora sono 19: come la Roma del DiFra.