5
Dopo Polonia-Italia (0-0) di ieri sera, me ne sono convinto del tutto: l’amichevole di mercoledì scorso contro la Moldavia è stata uno spartiacque per gli Azzurri. Al termine di quella partita infatti si leggeva nello sguardo di Mancini intervistato un eureka inatteso. Aveva visto giocare Caputo in Nazionale. Forse non se lo aspettava nemmeno lui un Ciccio così. Non voleva crederci.

Da convocazione-simpatia (per quanto meritatissima) è diventata subito una soluzione: Caputo se la giocherà con gli altri due concorrenti, Belotti e Immobile. Ma mentre pronunciava più o meno queste parole il C.T. tradiva ben altro, un accenno di predilezione. Si rendeva conto di una cosa molto semplice, che Caputo fa giocare meglio anche l’Italia. È una questione che riguarda lo stile di gioco ricercato da Mancini. Insomma Ciccio è organico, funzionalissimo. Lega il gioco palla a terra infinitamente meglio di Belotti e Immobile, ed è abituato a giocare un calcio palleggiato e di combinazioni proprio come vuole il Mancio.
Non si può completare il reparto d’attacco della Nazionale inserendo in automatico il capocannoniere della Serie A. Anche perché se a Immobile togliamo le reti da rigore (14) al totale (36) arriviamo a 22, cioè solamente un gol in più di quelli segnati da Caputo la scorsa stagione (21, di cui soltanto 2 su rigore). E pure con gli assist siamo lì: Immobile 8, Ciccio 7. Insomma, con numeri del genere si guarda ad altro. Per questo scrivo -ma già lo sostenevo l’anno scorso- che Caputo in Nazionale è ‘meglio’ di Immobile. Passerà presto da “quello che porta la birra” a “quello che ci fa giocare meglio”. Si è visto benissimo anche ieri sera contro la Polonia: quando è entrato lui l’Italia è tornata più fluida e pericolosa.

Vi pongo dunque una domanda: è solo una provocazione giornalistica parlare di Caputo titolare al prossimo Europeo? Quand’anche lo fosse stata a suo tempo (seppur fondata su validi argomenti), oggi non lo è più. È una prospettiva possibile, molto più realistica di quanto si possa pensare.
 
Nondimeno, quasi sicuramente mercoledì contro l’Olanda giocherà il centravanti laziale, com’è giusto che sia. Ma Immobile dovrà rispondere bene, colpo su colpo al diretto concorrente. Perché Belotti è già stato superato da Caputo nelle gerarchie, questa è la mia impressione. Dalla partita di Bergamo capiremo senz’altro qualcosina in più: il duello per una maglia da titolare tra i due grandi bomber è solo all’inizio. E Ciccio ha già segnato.