10
È tutto nelle mani del Milan, ora, ma forse anche un pochino in quelle del Sassuolo, se è vero come è vero che all’andata finì 3 a 1 per i neroverdi. La trentottesima giornata deciderà il campionato 2021/2022, e i riflettori sono tutti puntati sul Mapei Stadium per la gara scudetto Sassuolo-Milan. Era da un po’ che non si assisteva a una volata così entusiasmante fra due pretendenti al titolo. Ma soprattutto mai era toccato al Sassuolo diventare l’ago della bilancia in una questione così delicata. Come si comporterà il club che fu del patron Squinzi, sfegatato tifoso rossonero? Dionisi, a scanso di equivoci, ha già detto di puntare ai 53 punti finali, il che significa avere come obiettivo una vittoria contro il Milan. Nulla di impossibile, visto che sarebbe la seconda in questa stagione. Il fatal Sassuolo. 

Ma vi ricordate quando Squinzi si divertiva ad appendere quadretti in ufficio ogni volta che il suo Sassuolo batteva l’Inter? Ok, e dei rapporti di Carnevali con l’amico Marotta allora?

Sono chiaramente solo chiacchiere e suggestioni, la professionalità di staff e giocatori viene prima di tutto. Molti neroverdi tuttavia vorranno certamente mettersi in mostra, alcuni altri, in odore di Milan, forse un po’ meno. Potrebbero nascere perciò dei mini conflitti di interesse in seno alla squadra di Dionisi. Non vogliamo neanche ipotizzare questo scenario. Preferiamo contare sulla professionalità dei giocatori, più volte dimostrata finora.

D’altra parte di obiettivi individuali ce ne sono. Prendiamo due nomi a caso: Berardi, il più accostato al Milan, e Scamacca, il più accostato all’Inter. Entrambi lottano per il quarto posto nella classifica marcatori, insidiati da Simeone e Abraham. Il Sassuolo infatti è l’unica squadra italiana a potersi permettere il lusso di avere due giocatori così in alto nella classifica dei migliori bomber. Facciamo un esempio con Immobile, il capofila. Per trovare un altro laziale bisogna scendere fino a Pedro, fermo a 8 gol. Oppure Vlahovic e la Juve di Allegri: il secondo marcatore bianconero, Dybala, è solo a 10… L’Inter è più interessante, col terzo posto di Lautaro a 21 gol e Dzeko a quota 13. In sostanza non c’è niente da fare, solo il Sassuolo può vantare la coppia Scamacca-Berardi, uno a 16 e l’altro a 15 gol. Il Milan dovrà tenerne conto…