46
C’è qualcosa di strano in quest’inizio di stagione: intorno alla Juve serpeggiano i dubbi, mentre l’Inter e il Napoli viaggiano a gonfie vele nella considerazione dell’opinione pubblica. In parte è comprensibile: il Napoli ha un allenatore che ormai conosce la squadra a memoria e non ha venduto, ma acquistato; l’Inter esce dalle secche dell’incertezza con un bel mercato e Conte, un profilo adatto per spazzare via quelle incertezze caratteriali, che hanno caratterizzato gli ultimi anni nerazzurri.
E la Juve? La Juve sembra, nell’idea di molti, aver fatto il passo più lungo della gamba: Sarri riuscirà a rivoluzionare una squadra dalla vocazione “conservativa? Sarà in grado di juventinizzarsi, di accettare la disciplina sabauda? Poi: non sono troppi tutti quei campioni da gestire? Che fare di troppa gente sulla “via dell’ uscio”, che potrebbe remare contro?

Continua a leggere su il bianconero.com