97
Sconcerti, a Monza la Juventus ha toccato il fondo.
“Sì, ho visto una Juve senz’anima, senza idee, senza gioco”.

Uno scollamento totale.
“Ma io sono d’accordo con Arrivabene: non avrebbe senso esonerare adesso Allegri. Se c’è un progetto, c’è con lui”.

Alibi?
“Manca metà squadra. Per curiosità sono andato a rileggermi la formazione, una a caso, dell’ultima Juve che ha vinto lo scudetto, quella di Sarri”.

C’era Cristiano Ronaldo, c’era Higuain.
“Bonucci e Chiellini più giovani, Pjanic, Matuidi e Khedira a centrocampo. In panchina Dybala, Mandzukic, Rabiot. Beh, la Juve a Monza ha giocato con un centrocampo composto da Miretti, McKennie e Paredes. In panchina c’erano Barrenchea, Barbieri, Soluè, Fagioli. Già questo ti dà la fotografia di quello che è la Juve oggi”.

Eppure Sarri diceva che quella Juve era inallenabile.
“E Allegri dice che questa è virtuale, siamo sempre lì”.

L’Inter a Udine ha perso per la terza volta in 7 giornate.
“La differenza con la Juve è che l’Inter ha perso con la squadra al completo”.
Come la vedi?
“Stremata”.

Dov’è il problema più grande dell’Inter?
“A centrocampo. Brozovic è l’ombra di se stesso, Calhanoglu è assente, Barella per giocare bene ha bisogno degli altri. E’ un giocatore in chiaroscuro. O fa cose bellissime o sparisce”.

Complimenti all’Udinese comunque.
“Gran bella squadra, ha fisicità e qualità. E ha segnato 9 gol con i centrocampisti, l’Inter solo, la Juve è ancora a zero”.

Mi sembra che il Milan non sia affatto uscito ridimensionato, nonostante la sconfitta di San Siro con il Napoli.
“Il Milan ha creato tante palle gol, ma non le ha sfruttate. Cosa che invece ha fatto benissimo il Napoli. Il problema del Milan oggi è che paga pedaggio all’inserimento lento di De Kateleare. E’ un prezzo da pagare”.

Intanto l’Atalanta è in testa alla classifica.
“A Roma ha giocato male, ha fatto catenaccio a centrocampo, e si è fatta pure sorprendere spesso dalla Roma. Gasperini ha stravolto il suo modo di giocare, ed è sorprendente, perché parliamo di un allenatore che studia e che si aggiorna. La verità è che oggi a Gasperini manca un attaccante di valore, non so che tempi di recupero abbia Zapata, ma è lui che può aggiungere valore”.

De Zerbi ha firmato per il Brighton. Ma davvero nessun club italiano era pronto a dargli fiducia?
“De Zerbi era la prima scelta per i cambi dei grandi club, ma ora le squadre le sceglie lui. E’ bravo, in Inghilterra farà bene”.